sabato,Dicembre 3 2022

Carenza idrica a Taurianova, la minoranza chiede un Consiglio comunale aperto

I sei consiglieri di opposizione hanno protocollato la richiesta ieri, sottolineando la necessità di discutere del problema insieme ai cittadini

Carenza idrica a Taurianova, la minoranza chiede un Consiglio comunale aperto

Un consiglio comunale aperto per discutere della grave carenza idrica di cui la città soffre da tempo, è quanto hanno chiesto al sindaco di Taurianova Roy Biasi, i consiglieri comunali di opposizione Simone Marafioti, Fabio Scionti, Raffaella Ferraro, Daniele Prestileo, Filippo Lazzaro e Nello Stranges.

«Da mesi i cittadini soffrono la carenza idrica nelle abitazioni, dovuta a supposti disservizi o lavori di manutenzione dei pozzi, tant’è che tramite l’ordinanza numero 61 del 19 agosto scorso, il comune di Taurianova ha disposto addirittura il divieto di utilizzare l’acqua erogata per usi potabili, alimentare e igiene personale», si legge nella richiesta protocollata ieri in Comune.

Sottolineando il fatto che circa «la comunicazione Asp Servizio igiene degli alimenti e nutrizione, relative alle analisi microbiologiche delle acque, eseguite dal Dipartimento provinciale dell’Arpacal di Reggio Calabria è stata ricevuta dall’Ente lo scorso 26 luglio, ad oggi non è pervenuta alcuna dichiarazione ufficiale del sindaco in merito a tale situazione nonostante le numerose dimostranze provenienti da tutte le forze politiche di minoranza e soprattutto da migliaia di cittadini, che da mesi vivono una situazione di disagio», i consiglieri hanno quindi chiesto al sindaco «di convocare un’adunanza aperta del Consiglio comunale che tratti i temi esposti insieme ai cittadini, i rappresentanti delle istituzioni, le associazioni e le categorie interessate, al fine di dare indicazioni precise e puntuali risposte ai cittadini».

Articoli correlati

top