sabato,Luglio 13 2024

Reggina-Vicenza, pagelle: finalmente Cortinovis, quasi tutti oltre il sei

Grande prova collettiva degli amaranto, Menez e Galabinov regalano spettacolo al pubblico del Granillo. Super Di Chiara

Reggina-Vicenza, pagelle: finalmente Cortinovis, quasi tutti oltre il sei

Micai 6.5: bravo su Cavion, che gli regala l’opportunità di far vedere anche la sua cifra tecnica in una serata che fa splendere il reparto avanzato. Replica subito dopo, con l’aiuto di Di Chiara, sulla testata di Teodorczyk.

Loiacono 6.5: torna titolare, dalle sue parti – con le buone o con le cattive che siano – non si passa mai. 

Amione 6.5: roccioso, spigoloso, oggi anche senza imprecisioni. Migliora di minuto in minuto. 

Di Chiara 7: non è mai sceso sotto i livelli di sufficienza, ma da qualche settimana è un alieno. Il salvataggio sul colpo di testa di Teodorczyk è pazzesco. 

Adjapong 6.5: decisamente meglio a sinistra. Pronti via e per due volte, dopo mesi, attacca la metà campo avversaria. Stai a vedere che gli si era sempre regalata una collocazione tattica errata?

Bianchi 6.5: come d’abitudine poco appariscente, ma fondamentale filtro per Amione e Loiacono.

Cortinovis 7: finalmente, finalmente, finalmente. Dopo una serie infinita di appuntamenti mancati, trova un gol che lo fa felice. Glielo si legge negli occhi, nel linguaggio del corpo, quanto lo desiderasse genuinamente. Meritato. Dal 64° Crisetig 6: entra per sostenere il congelamento del risultato favorevole. 

Folorunsho 7: personalità e forza fisica a costante servizio di Stellone. Crea occasioni, genera il rigore dell’1-0 calciando bene e obbligando il difensore Brosco alla parata. Fortissimo. Dall’89° Kupisz sv. 

Giraudo 6.5: tanta corsa, tanta quantità. Sempre ben oltre la sufficienza. 

Ménez 7: viene da impazzire a pensare che lo si poteva avere così già da un anno e mezzo. Basta un tempo per deliziare il Granillo, fa cantare pallone e tifosi. Rischia di regalare al Vicenza il punto del 3-1, Di Chiara lo salva. Dal 71° Bellomo 5.5: finale un po’ nervoso, anche probabilmente per via delle deprecabili provocazioni dei quaranta vicentini.

Galabinov 7: riceve la maggior parte dei palloni spalle alla porta e questo gli complica la vita. È lui a sbloccarla su rigore, calciato alla perfezione. Poi sponda a Menez un pallone che il francese spedisce in porta. Dal 71° Tumminello 5.5: fa passare la palla che arriva a Padella per il gol del Lane.

top