martedì,Luglio 16 2024

Acireale-Reggina 1-1, cronaca, tabellino e voti. Aquino gol, pari e rimpianti

Gli amaranto proseguono nella striscia positiva, ma in Sicilia arriva solo un pari che rallenta la risalita in classifica. Il racconto del match

Acireale-Reggina 1-1, cronaca, tabellino e voti. Aquino gol, pari e rimpianti

Un altro ottimo secondo tempo, ma una vittoria che non arriva: Acireale-Reggina finisce pari. Ci ha pensato Aquino al 56esimo a ristabilire l’equilibrio rotto, nella prima frazione, da Vanzan. Un 1-1 che allunga la striscia di risultati utili consecutivi che che complica e rallenta la risalita in classifica.

Le scelte

Nella Reggina non c’è Cham, neanche in panchina: Trocini adatta Zucco in fascia a sinistra, con Barillà a supporto degli under Coppola e Provazza in attacco. Nell’Acireale, invece, coppia offensiva composta da Romano e De Mutiis.

Primo tempo

In un Tupparello con buona cornice di pubblico, considerato che si tratta di Serie D di mercoledì pomeriggio, Acireale e LFA Reggio Calabria partono all’insegna dell’equilibrio. Nei primi dieci minuti non si registrano particolari iniziative offensiva ma alla prima si sblocca la contesa. Dodicesimo, azione dalla destra dei granata, Romano viene servito in area e difende il possesso, scaricando poi all’accorrente Vanzan che mette in porta il rigore in movimento: è 1-0 per l’Acireale.

La risposta della Reggina arriva al minuto 21: punizione battuta dalla distanza da Barillà, il capitano colpisce la barriera e poi manda in porta Coppola che viene steso da Zizzania. La palla resta vagante e arriva a Provazza: il 20 scheggia il palo esterno a porta praticamente vuota. Protestano gli uomini in amaranto, che avrebbero voluto il calcio di rigore.

Il primo tempo va così in archivio senza particolari sussulti nella seconda metà, con una Reggina confusionaria nella costruzione offensiva e un Acireale in pieno controllo del pesante vantaggio ottenuto.

Secondo tempo

Si ricomincia senza variazioni fra le formazioni. Dopo un’iniziale spavento, con una gran botta da fuori di Di Mauro, la Reggina costruisce il pari. Barillà tenta il tiro dal limite dall’area, trovando una deviazione pericolosa ma che si spegne a lato della porta difesa da Zizzania. Dalla bandierina, però, nasce un cross perfetto, che Aquino ribadisce in porta, tutto solo, con il piattone: la LFA fa 1-1 al minuto 56, esplode la panchina amaranto.

Il pari galvanizza la Reggina che inizia a macinare occasioni, esaltando le qualità del portiere acese Zizzania. Il classe 2004 para alla grande il tentativo dalla distanza del neo entrato Perri, per poi rispondere anche sulla doppia chance griffata Ingegneri e Aquino sul calcio d’angolo successivo. Trocini inserisce anche Bianco per Barillà, per una LFA che chiude col tridente con lui, Perri e Marras a cercar di buttar giù la difesa dell’Acireale.

Ed è proprio l’ex Brindisi ad andare vicinissimo al raddoppio: conclusione in girata, pallone a centimetri dal palo della porta difesa da Zizzania. Non ci sarà spazio per ulteriori emozioni: dopo cinque minuti di recupero, il match finisce 1-1.

Tabellino

Acireale-Reggina 1-0
Marcatori: 12′ Vanzan, 56′ Aquino

Acireale (3-5-2): Zizzania 7; Vaccaro 6, Sirimarco 5.5, Maltese 6; Vanzan 7, La Vigna 6, Corigliano 6.6, Di Mauro 6, Cusumano 6 (dal 70′ Montaperto); Romano 6.5, De Mutiis 5.5 (dal 70′ Galletta). a disposizione: Peschieri, Galletta, Montaperto, Germinio, Cicerello, Milo, Stincenko, Rabini, Tufano. Allenatore: De  Sanzo.

LFA Reggio Calabria (3-4-1-2): Martinez 6; Aquino 7, Ingegneri 6, Zanchi 5.5; Martiner 6, Mungo 5.5, Salandria 5.5 (dal 57′ Marras 6), Zucco 5.5; Barillà 6 (dal 75′ Bianco 5.5); Provazza 5.5 (dal 57′ Dervishi 5.5), Coppola 5.5 (dal 57′ Perri 6.5). a disposizione: Valcea, Bianco, Ponzo, Bright, Simonetta, Kremenovic. Allenatore: Trocini 5.5.

Arbitro: Antonio Liotta. Assistenti: Pone-Cammarota.

Ammoniti: Vaccaro, Martiner, Mungo, Maltese, Dervishi.

Note: recupero 4′-5′.

top