domenica,Ottobre 17 2021

Consiglio regionale, il gruppo di Callipo contro la nuova Commissione

"Io Resto in Calabria" deposita un emendamento per evitare che l'sitituzione del nuovo organismo voluto dal centrodestra possa provocare un aumento dei costi

Consiglio regionale, il gruppo di Callipo contro la nuova Commissione

«Creare una nuova Commissione in Consiglio regionale, in un momento del genere, significa dare un pessimo segnale ai calabresi, che invece chiedono alla politica sobrietà e risposte concrete. Ci auguriamo che il centrodestra abbandoni questo intento e voti l’emendamento da noi presentato, che consentirebbe di assegnare a una specifica Commissione le materie che la maggioranza ha indicato nella sua proposta, cioè “Agricoltura e foreste, Consorzi di Bonifica, Turismo, Commercio, Risorse naturali, Sport e Politiche giovanili”, senza però aumentare i costi a carico delle casse pubbliche». È quanto dichiarano in una nota i consiglieri regionali di “Io resto in Calabria” Pippo Callipo, Graziano Di Natale e Marcello Anastasi, che annunciano di aver presentato un emendamento alla proposta avanzata dai capigruppo di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega, prevista all’ordine del giorno della seduta di martedì 26 maggio, che ha lo scopo di modificare il Regolamento del Consiglio per istituire una nuova Commissione che costerebbe circa 500mila euro in più nell’arco di cinque anni.

«L’obiettivo dell’emendamento – spiegano i consiglieri regionali di IRIC – è di mantenere invariato il numero delle Commissioni consiliari per non aggravare inutilmente gli oneri a carico del bilancio regionale. Si tratta, in sostanza, di aggiungere la materia “Riforme” alla I Commissione lasciando così libera la “casella” della V Commissione, a cui si potrebbero dunque assegnare le nuove materie indicate dalla maggioranza. Un’operazione che rispetterebbe la volontà politica dei proponenti del centrodestra ma sarebbe a costo zero».

Articoli correlati

top