mercoledì,Gennaio 26 2022

Siderno, gli alunni della “Corrado Alvaro” donano il “Corredino sospeso” all’ospedale di Locri

La docente Manuela Raschellà, insegnante di gentilezza, racconta com’è nata l’idea di donare il corredino alle mamme in difficoltà economica del reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell’ospedale di Locri

Siderno, gli alunni della “Corrado Alvaro” donano il “Corredino sospeso” all’ospedale di Locri

Riceviamo a pubblichiamo: Mi chiamo Manuela Raschellà, insegnante di gentilezza, e su incoraggiamento dell’Ambasciatore di Gentilezza Giuseppe Guttà, vorrei raccontarvi una bella storia. È partito tutto da una piccola idea: la creazione dell’Albero della Gentilezza prodotto dagli alunni della classe II E della scuola secondaria di primo grado “C. Alvaro” di Siderno, con la quale abbiamo realizzato durante le lezioni di inglese il “Kindness tree” per dare il benvenuto a chi entrava nella nostra classe e poi l’idea è piaciuta e, siccome da cosa nasce cosa, l’entusiasmo ha contagiato tutta la scuola e tutti insieme abbiamo realizzato l’Angolo della Gentilezza che accoglieva il “Corredino sospeso” per donarlo al reparto di Ginecologia ed ostetricia dell’ospedale di Locri per le mamme in difficoltà economica.

Ecco la storia raccontata dalla vicepreside Carmelina Fernanda Briguori: “La mia storia con il “Corredino Sospeso” nasce per una casualità una mattina in Istituto mentre ammiravo un bellissimo lavoro realizzato, su cartellone, dagli alunni della classe II E della scuola secondaria di primo grado “C. Alvaro” dove insegno ormai da alcuni anni. Vedendomi molto interessata la professoressa Manuela Raschellà, promotrice dell’attività svolta dai ragazzi, mi spiegava il significato dell’albero e mi metteva al corrente dell’iniziativa che aveva come tema la “Gentilezza”. Venivo a conoscenza dell’esistenza di un progetto chiamato “Baule della Gentilezza” legato al “Corredino Sospeso” che permetteva di  regalare un sorriso ai più bisognosi attraverso la raccolta di piccoli oggetti da portare nel reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell’Ospedale di Locri.

Entusiasta del motivo per cui venivano svolte queste attività, ho proposto alla prof.ssa Manuela di organizzare un angolo della “Gentilezza” anche nella nostra scuola per promuovere il progetto del “Corredino Sospeso” ed aiutare le mamme in un momento così particolare e indescrivibile della vita, perché si sa che è ineguagliabile la gioia nel cuore che si prova quando nasce un bambino. Abbiamo subito realizzato il nostro angolo e nel giro di pochi giorno tutta la comunità scolastica ha partecipato con grande entusiasmo all’iniziativa, dimostrando molta sensibilità e attenzione verso il “Prossimo”. Sono fermamente convinta che le attività di solidarietà, oltre ad essere molto gratificanti, permettono a noi docenti di educare, in maniera naturale, i nostri alunni al rispetto dell’altro interiorizzando quei valori che sono alla base della convivenza civile”.

Infine si riportano alcune delle tante riflessioni degli alunni: “Il Corredino sospeso ci è piaciuto tanto perché possiamo aiutare le mamme bisognose (Eugenio e Michele)”. “Mi sono sentita felice perché ho aiutato le mamme che avevano bisogno di vestitini per i loro bambini (Benedetta). “Per me fare i pacchetti e donare i vestitini per i neonati era come farlo per il mio fratellino (Francesco )”. Venerdì abbiamo invitato l’assessore alla Gentilezza del Comune di Locri Domenica Bumbaca, per una piccola cerimonia e gli alunni hanno consegnato i doni raccolti.

top