giovedì,Ottobre 21 2021

Recuperato il cimitero di guerra del Monte Caston, emersa la sepoltura di un soldato di Molochio

Il Comune di Molochio ha offerto il proprio patrocinio alla manifestazione di commemorazione dei militi vittime della Grande guerra

Recuperato il cimitero di guerra del Monte Caston, emersa la sepoltura di un soldato di Molochio

Il Comune di Borso Del Grappa, nel corso dell’estate, ha intrapreso i lavori di recupero del grande cimitero di guerra del Monte Coston – dedicato alla memoria del capitano Enrico Picaglia, e unico rimasto nel massiccio del Monte Grappa – dove trovarono sepoltura moltissimi soldati, caduti durante la prima guerra mondiale, cittadini di ben 201 diversi comuni italiani e molti austro ungarici.

Tra questi, c’è anche il giovane soldato Giuseppe Cosmano, nato a Molochio l’8 marzo 1899 e morto il 21 marzo 1918. L’Amministrazione di Borso Del Grappa, alla riapertura dell’area cimiteriale recuperata, ha così organizzato una manifestazione di commemorazione, invitando il comune di Molochio a parteciparvi.

Non potendo presenziare personalmente, il sindaco Marco Caruso ha concesso il patrocinio del Comune alla cerimonia e inviato un mazzo di fiori, che sono stati deposti insieme a quelli degli altri comuni, sul monumento eretto in ricordo dei soldati che persero la vita combattendo. «Questi giovani soldati – ha dichiarato il primo cittadino di Molochio – hanno sacrificato la loro vita per donare all’Italia un futuro che noi oggi viviamo. Non dovremo mai dimenticare il loro sacrificio e per questo dovremo sempre ricordarli manifestando la nostra gratitudine».

top