lunedì,Marzo 4 2024

CA…LCI NOSTRI | Si ma ora basta! Ormai è roba da docuserie

Orrori arbitrali a parte, sulla città incombe l'arrivo di Bandecchi. La Curva dopo la sfuriata è sempre lì

CA…LCI NOSTRI | Si ma ora basta! Ormai è roba da docuserie

Torniamo dalla Sicilia con tre punti, quest’anno è la prima volta, ripartiamo da qui. In un’altra vita, quella prima della nostra cancellazione dal professionismo – grazie ancora, Saladini – la partita con il Canicattì avrebbe suggerito facili battute, oggi ci siamo ritrovati, negli ultimi minuti, a difendere con i denti il vantaggio del primo tempo: i tempi sono cambiati, questa è la nostra realtà attuale. E finalmente la squadra sembra averlo capito. Bene così, era ora.

Dopo la contestazione della settimana scorsa – gli ultras erano comunque presenti sugli spalti della città siciliana – e la conferenza stampa dai toni troppo autoreferenziali (basta vi prego, abbiamo già dato) del Dg amaranto, la Reggina ha abbassato la testa e ha ripreso la sua corsa nonostante i troppi infortuni. Oggi tante assenze pesanti: rinnoviamo il nostro ringraziamento alla Lega per il tour de force a cui ci ha costretto a inizio stagione.

Oggi tante occasioni da gol e tanti errori sotto porta. Alcuni da classifica del Pippero. La pressione si sente, anche se non ci possiamo ancora chiamare Reggina, e ancora di più quando si è giovani e alla prima esperienza. Non sparate sui ragazzini, stanno crescendo: diamogli il tempo di farlo. Intanto si è sbloccato l’argentino, che un paio di settimane fa il suo golletto per la verità lo aveva anche realizzato prima del solito, incomprensibile, fischio dell’arbitro di turno. Un po’ quello che è successo oggi. Cosa abbia pensato l’arbitro nel momento del fischio che annullava il gol di Girasole resta un mistero. A metterle insieme, tutte queste decisioni surreali che sono arrivate in questo inizio di stagione, ci si potrebbe fare una docuserie Netflix sui misteri del calcio. Va bene il dilettantismo, ma state esagerando.

Il consigliere Ripepi – quello delle dirette social e dei carabinieri in Comune contro l’esclusione del gruppo Bandecchi dalla corsa per la Reggina – ha annunciato la prossima calata a Reggio di Bandecchi medesimo, pronto a inaugurare la futura campagna elettorale. Lo stesso Bandecchi che dice di volere radere al suolo Gaza e che pontifica a casaccio su uomini, tradimenti e femminicidi. E niente, fa già ridere così. (Barney p)

top