martedì,Luglio 23 2024

Futura, per il Trofeo delle regioni scende in campo il giovane Lorenzo Honorio

Due anni sotto età è il figlio di Humberto. stella della Polisportiva Futura di A2 Elite

Futura, per il Trofeo delle regioni scende in campo il giovane Lorenzo Honorio

Oggi, avrà inizio l’edizione 2024 della manifestazione della Lega Nazionale Dilettanti dedicata al futsal in scena in Calabria fino al 1 maggio in dieci città di quattro province della Calabria con la promessa di regalare gol, spettacolo ed emozioni in abbondanza. «Partiamo da un dato molto significativo – ha spiegato la Futura – la rappresentativa della Calabria giocherà tutte le proprie sfide al Palattinà di Lazzaro. Il Palazzetto di Lazzaro è divenuto, grazie ai nostri continui interventi di restyling e cura, un esempio da seguire per l’impiantistica regionale e non solo.

Come accennavamo nell’anteprima, il colore gialloblu sarà permeante anche nella rappresentativa calabrese: nel team regionale, infatti, giocherà il promettente Lorenzo Honorio. Due anni sotto-età, nessuna esperienza calcettistica di rilievo, tantissimo lavoro individuale. Lorenzo, è il figlio di Humberto stella della Polisportiva Futura di A2 Elite che il 26 aprile 2024 è il team che giocherà la sua ultima di campionato, sempre al Palattinà ospitando Itria. Il giovane Lorenzo vestirà la maglia numero 6 all’interno del team guidato da mister Walter Pellegrino.

Humberto Honorio è il giocatore di Futsal che ha vinto di più: 9 scudetti. Una bacheca incredibilmente ricca di premi e soddisfazioni. Atleta brasiliano naturalizzato italiano, universale, campione europeo ad Anversa con la Nazionale Italiana (2014) e bronzo mondiale in Thailandia (2012). San Lazzaro, Prato, Asti, Luparense, Italservice Pesaro e Napoli le tappe di un percorso radioso. In bacheca mette la Coppa Italia per ben 4 volte e si aggiudica 8 edizioni della Supercoppa. E’ stato votato nel 2018 come ottavo miglior giocatore al mondo ai Futsal Awards. La speranza è che il giovane Lorenzo, possa ripercorrere, umanamente, tecnicamente e sportivamente, la carriera del papà».

top