venerdì,Maggio 24 2024

Al via la CorriReggio: il 25 di Legambiente tra sport, solidarietà e ecologia

Si conferma il “perimetro di gara” dello scorso anno con arrivo finale, sia per la gara competitiva sia per quella non competitiva, nel Piazzale Waterfront

Al via la CorriReggio: il 25 di Legambiente tra sport, solidarietà e ecologia

Ai nastri di partenza la Corrireggio, la tradizionale gara podistica organizzata dal Circolo Legambiente Città dello Stretto, in occasione della Festa della Liberazione del 25 Aprile, e giunta alla 42° edizione.

Il “filo conduttore” della manifestazione, che ha avuto in questi giorni un ricco programma di eventi, è “Corrireggio in cantiere”, ispirata anche ai giusti cantieri della transizione ecologica “aperti” da Legambiente Nazionale. Insieme a tante associazioni del territorio reggino, la manifestazione, da sempre più di una semplice corsa, vuole inviare un messaggio di attenzione e cura verso le tante criticità cittadine, posare “occhi verdi” su alcuni dei tanti cantieri di lavori pubblici importanti, soprattutto quelli che restano da anni eternamente aperti, sospesi, incompiuti, dimenticati o mal realizzati: dall’impiantistica sportiva a quella culturale, dal sistema ciclo dei rifiuti al waterfront, dalla valorizzazione del patrimonio naturale alla mobilità dolce.

L’appuntamento è ora per il 25 Aprile alle ore 9.00 presso la Stele del Lungomare “I. Falcomatà” per il raduno e le iscrizioni e alle 10.45 la partenza. Si conferma il “perimetro di gara” dello scorso anno con arrivo finale, sia per la gara competitiva sia per quella non competitiva, nel Piazzale Waterfront (Arena Lido). La gara podistica competitiva coprirà una distanza complessiva di 9,5 Km. La corsa a passo libero non competitiva si svolgerà invece lungo il percorso di 4,5 Km.

Al raduno sarà presente il Camper della Salute, a cura dell’Avis, dove sarà possibile effettuare alcuni controlli medici. Prima della partenza, prenderà il via il Cantiere del Futuro con il momento sportivo Primi Canestri, per giovanissimi dai 5 ai 10 anni, a cura di ADS Stringers; il Corridoio di Pace, con i pattinatori e le pattinatrici della società Calabria; la performance dei Pagliacci Clandestini; infine l’avvenimento clou di quest’anno, la partenza della tappa Reggio Calabria-Gambarie di Ragazze in tandem-Giro d’Italia alla cieca, una bellissima impresa sportiva dove sono coinvolte ragazze vedenti e non vedenti. Quest’anno, tra le altre sorprese, anche una partecipazione speciale, 600 Carabinieri della Scuola Allievi di Reggio Calabria correranno sul Lungomare Falcomatà.

Seguirà la consegna dei Premi Corrireggio, che tradizionalmente danno riconoscimento pubblico di “virtù civiche” ad associazioni o comuni cittadini che si sono contraddistinti per il loro impegno concreto di carattere ambientale, sociale, culturale, sportivo. Il “Premio Corrireggio” andrà all’AVIS comunale di Reggio Calabria per i suoi 70 anni di servizio di volontariato, e ad Antonino Pulitanò, dipendente Ferrovie dello Stato e sindacalista impegnato nella lotta contro l’amianto; Il Premio Corrireggio 2024 Green all’Associazione Guide Ufficiali Parco d’Aspromonte; il Premio Speciale U.N.V. S. – Corrireggio ai Veterani dello sport 2023 “Nino Costantino” a Nino Falcone; infine il “Premio Speciale Venticinque Aprile”, a “Per non dimenticare – OdV”, associazione nazionale di volontariato che da anni opera nell’organizzazione di attività legate al rispetto dei diritti umani, alla sopravvivenza del popolo palestinese.

Corrireggio si avvale del patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale della Calabria, della Città Metropolitana, del Comune di Reggio Calabria, dell’Ente Parco Nazionale d’Aspromonte, dell’Agenzia Sport e Salute, del Coni Calabria, del Comitato Italiano Paralimpico, della Federazione Italiana Atletica Leggera-Calabria, ed è sostenuta da numerosi sponsor e partnership che hanno sostenuto e reso possibile le numerose iniziative che si sono susseguite dal 18 aprile in punti specifici della città: il Cantiere dell’Identità al Rione Marconi, dove, con il Cento Sportivo Italiano, sono state ripristinate le panchine del campetto da calcio, per la formula sport-decoro in un quartiere particolarmente degradato; il Cantiere della Cultura, in collaborazione con il Circolo del Cinema Cesare Zavattini, con la presentazione del libro “Vittorio De Seta. Lettere dal Sud; il “Cantiere dell’Arte di Camminare insieme”, il racconto della storia dell’evento con l’Accademia di Belle Arti e il CineFoto Club Vanni Andreoni; il Cantiere dell’Altruismo, con l’Avis, per i suoi 70 anni, per sottolineare la cultura del dono in tutte le sue forme; il “Cantiere della Rigenerazione Urbana”, il trekking a cavallo nella Vallata del Valanidi, con il Centro Ippico Le siepi e la Fise-Federazione Sport Equestri; l’“Ecocantiere dello Stretto” sul Sentiero di Torre Cavallo, realizzato dai volontari Legambiente e WWF, a Santa Trada; il “Cantiere della Collina” il tradizionale trekking con il Cai Sezione Aspromonte, nel polmone verde della città, simbolo della lotta contro la speculazione edilizia, ma ancora non adeguatamente valorizzato; e quelli “Il Cantiere dell’Ecoturismo” con il II Brevetto ciclistico “Tra il mare e il Parco nazionale dell’Aspromonte” a cura di ASD Cicloturistica 2001 in collaborazione con ACSI Turismo e Ciclismo; poi in occasione della Giornata Mondiale della Terra, il Cantiere della Casa Comune “Abbracciare gli alberi per abbracciare il Pianeta” alla Pineta Zerbi con il flash mob di Co-DanzaRe e l’omaggio al monumento di Massimo Mazzetto, e infine il Cantie-re del Ben-essere, breathwalking a Pellaro con CSI Centro Sportivo Italiano e Terra Madre ADS.

top