domenica,Dicembre 6 2020

Il 4 marzo 2005 veniva ucciso Nicola Calipari. Il ricordo della Santelli

Il funzionario italiano venne colpito mentre si recava in macchina all'aeroporto di Baghdad, nelle fasi successive alla liberazione della giornalista Giuliana Sgrena

Il 4 marzo 2005 veniva ucciso Nicola Calipari. Il ricordo della Santelli

«Con amicizia e affetto ricordo Nicola Calipari. Quindici anni fa come oggi il nostro Paese ha perso uno dei suoi uomini più preparati e valorosi, che ha reso onore allo Stato, perdendo la vita in Iraq, nelle fasi successive alla liberazione della giornalista Giuliana Sgrena. A Rosa, Silvia e Filippo il mio abbraccio affettuoso».

Così Jole Santelli, presidente della Regione Calabria nel ricordare il poliziotto reggino, funzionario e agente segreto italiano. Fu ucciso da soldati statunitensi (nel contesto della guerra d’Iraq) il 4 marzo del 2005, mentre si recava in macchina all’aeroporto di Baghdad, nelle fasi immediatamente successive alla liberazione della giornalista Giuliana Sgrena, del quotidiano Il Manifesto.