Crollo del tetto dell’auditorium “Calipari”, la Procura apre un’inchiesta

Il magistrato di turno ha avviato gli accertamenti per capire l'esatta causa di quella che poteva essere una strage. Attenzione su eventuali responsabilità
Il magistrato di turno ha avviato gli accertamenti per capire l'esatta causa di quella che poteva essere una strage. Attenzione su eventuali responsabilità

La Procura della Repubblica di Reggio Calabria ha aperto un’inchiesta sul crollo del tetto dell’auditorium “Calipari” sito al Consiglio regionale.

Nel pomeriggio di ieri, infatti, il magistrato di turno si è recato sul posto per effettuare i primi accertamenti volti a stabilire l’esatta causa del crollo e soprattutto iniziare a capire se vi siano delle responsabilità anche di tipo penale.

Nel pomeriggio di oggi, è giunta alla sala operativa dei Vigili del Fuoco una richiesta d’intervento a causa del crollo della copertura della Sala Calipari presso palazzo Campanella del Consiglio Regionale della Calabria.

I Vigili del Fuoco hanno inviato sul posto un funzionario, una squadra, un’autoscala ed il nucleo cinofili.

Giunti sul posto i vigili hanno constatato che l’intera copertura della sala era crollata.

La copertura che aveva struttura portante in metallo si è accartocciata su se stessa cadendo all’interno dell’ampio locale.

Sin dai primi momenti i Vigili del Fuoco hanno accertato che la struttura al momento del crollo era chiusa, inoltre non risultavano dispersi; in ogni caso per, a scopo precauzionale, è stato fatto intervenite anche il nucleo cinofili.

Le ricerche effettuate dai Vigili hanno confermato che non nessuna persone era rimasta coinvolta dal crollo.