venerdì,Aprile 16 2021

Controlli straordinari dei carabinieri nella Piana di Gioia Tauro, chiusi 2 locali e comminate 42 sanzioni

I militari hanno sanzionato il proprietario di un bar di Rosarno e quello di un circolo di Laureana di Borrello, oltre a 5 persone presenti al suo interno

Controlli straordinari dei carabinieri nella Piana di Gioia Tauro, chiusi 2 locali e comminate 42 sanzioni

Durante il fine settimana appena trascorso, i carabinieri di Gioia Tauro, hanno intensificato i controlli volti alla prevenzione e al contrasto dei principali reati predatori, e ad evitare che venga meno il rispetto delle basilari regole imposte in ragione dell’emergenza sanitaria in atto. In questo contesto, sono state impiegate 30 pattuglie, in diverse fasce orarie, 60 carabinieri e numerosi i controlli di polizia, nell’ambito dei quali sono stati identificati 193 persone e 109 veicoli e contestate circa 30 sanzioni per violazioni al codice della strada, 16 inoltre, le contravvenzioni relative al mancato adempimento della normativa in tema anti Covid 19.

Nello specifico, a Rosarno, i militari della locale Tenenza hanno contestato sanzioni per un totale di 400 euro per non aver rispettato le fondamentali regole volte al contenimento epidemico, al proprietario di un bar del luogo oltre che la chiusura temporanea del locale per 5 giorni, nell’attesa del provvedimento definitivo della Prefettura. Denunciato inoltre, in stato di libertà un extracomunitario della Costa d’Avorio, poiché non in possesso di passaporto al seguito.

A Laureana di Borrello invece, i carabinieri della locale Stazione hanno contestato un’altra sanzione di 400 euro, al titolare di un circolo del luogo, dopo aver riscontrato all’interno un gruppo di persone, nonostante il divieto di apertura imposto dalla normativa vigente: contestata anche in questo caso la chiusura temporanea del locale, in attesa di provvedimento definitivo della Prefettura. Sanzionati, inoltre, 5 tra gli avventori all’interno, ognuno per un totale di 400 euro, per non aver mantenuto il distanziamento sociale e non aver utilizzato i previsti dispositivi di protezione individuale.

top