mercoledì,Giugno 16 2021

Morte pentito Filocamo, Davi: «Suicidio? Impossibile, dovevamo incontrarci a breve»

Il massmediologo ha postato su Facebook l'ultimo sms del collaboratore di giustizia che si complimentava con lui dopo la puntata di “Fatti e misfatti” che vedeva Davi ospite

Morte pentito Filocamo, Davi: «Suicidio? Impossibile, dovevamo incontrarci a breve»

«Il suicidio di Filocamo lo escludo nella maniera più assoluta. Avremmo dovuto incontrarci a breve forse già settimana prossima. Ci siamo sentiti e scritti venerdì e ci siamo ripromessi che ci saremmo visti a breve. Non era depresso, non aveva nessuna intenzione di suicidarsi. Adorava la sua bambina». È quanto ha dichiarato Klaus Davi, giornalista e massmediologo. «Lo hanno mandato a Lecce, il regno dei Tornese – ha continuato Davi – che sono pappa e ciccia con i “Riggitani”, con la potentissima ‘ndrangheta di Reggio. Ho documentato i viaggi di Giorgino De Stefano in Puglia e i suoi incontri con esponenti della SCU a Milano.

Stare a Lecce è come stare ad Archi, poco ci manca. Come piazza non è proprio l’ideale. Non dico che l’hanno mandato a morire ma insomma. Lecce non è proprio il luogo ideale. No, qualcosa non torna». Il massmediologo fu contattato da Filocamo venerdì dopo la puntata di “Fatti e Misfatti”, cui aveva partecipato come ospite di Paolo Liguori. «Gli era piaciuta la puntata – ha raccontato il giornalista – e l’avevamo commentata insieme. Eravamo rimasti d’accordo di vederci a breve». Davi sulla sua pagina Facebook ha postato l’ultimo sms di Filocamo, inviato proprio dopo la puntata di “Fatti e misfatti”, andata in onda venerdì: «Grande Klaus, sei il numero 1».

top