lunedì,Maggio 20 2024

Aspromonte, situazione disperata: fiamme ad Africo Vecchio. Mancano uomini e mezzi LIVE

Nell'indifferenza generale brucia la più importante macchia di Farnetto in Italia. Il presidente Autelitano: «È una catastrofe»

Aspromonte, situazione disperata: fiamme ad Africo Vecchio. Mancano uomini e mezzi LIVE

«Uno dei fronti incendiari che ha già devastato la montagna fino alle quote più alte, dopo aver divorato l’Aspromonte centrale si sta dirigendo a Sud e sta aggredendo la più importante macchia di Farnetto esistente in Italia, ad Africo Vecchio». Lo afferma il presidente del Parco nazionale dell’Aspromonte, Leo Autelitano.

«Invochiamo da stamattina interventi aerei e da terra, ma praticamente non è arrivato nulla. Intanto la querceta inizia a bruciare. E’ una catastrofe. Manca il coordinamento, i pochi uomini di Calabria verde che insistono nelle prossimità e i volontari (stanchi e stremati) che si stanno impegnando senza risparmiarsi non hanno i mezzi necessari per intervenire. Nell’indifferenza generale, sta bruciando tutto: Canovai, parte di Montalto, Roccaforte, Roghudi, il fuoco adesso è vicino alle aree di Africo Vecchio, Casalnuovo, Samo, Piani di Bova. Sul fronte nessun mezzo aereo e nemmeno da terra è arrivato quel che serve!», conclude Autelitano.

ORE 21.05 – Autelitano: «Tutte le nostre richieste con esito positivo»

Il presidente del Parco nazionale dell’Aspromonte si esprime ancora in merito alle richieste d’aiuto: ««Mi risulta che tutte le richieste di soccorso aereo inviate al Dipartimento Nazionale della Protezione Civile abbiano ricevuto risposta positiva. Sui roghi dell’Aspromonte, nella sola giornata di oggi, hanno operato numerosi mezzi della flotta di Stato. Nonostante questo, purtroppo, il fronte dell’incendio di Africo Vecchio e della macchia di Farnetto è ancora vasto ed è entrato nella querceta. Con l’arrivo del buio è impossibile capire quanti danni provocherà».

top