giovedì,Agosto 11 2022

Università di Reggio in lutto, è morto l’ex rettore Pietropaolo

Era stato alla guida dell'università reggine per tre mandati consecutivi

Università di Reggio in lutto, è morto l’ex rettore Pietropaolo

Si è spento il professore Rosario Pietropaolo, indimenticato docente dell’università Mediterranea di Reggio Calabria.

Nato a Bagnara Calabra (RC), si è laureato in Chimica con lode. A 23 anni è stato nominato assistente presso l’Università di Messina ed a 24 anni ha ottenuto, per incarico, il suo primo insegnamento universitario presso l’Università di Padova. Continuerà ad insegnare nelle Università di Padova, Messina e Reggio Calabria ininterrottamente fino alla quiescenza. È stato “Visiting Lecturer” presso l’Università di Leeds (Gran Bretagna) dove, negli anni 1970-1971 ha collaborato con il prof. Bernard Shaw allo svolgimento di alcune ricerche nel settore della struttura e della reattività dei composti metallorganici. A 34 anni (1975) è stato chiamato a ricoprire la cattedra di Chimica presso l’Università di Messina dopo aver vinto il relativo concorso. Nell’a.a. 1985/86 ha trasferito la propria cattedra presso la neo istituita Università di Reggio Calabria dove è diventato il primo preside della Facoltà di Ingegneria e, nel periodo 1989-1999, per tre mandati consecutivi, ha assolto alle funzioni di Magnifico Rettore dell’Ateneo. Nel 1993, presso il Campidoglio a Roma, ha ricevuto il premio “Calabresi nel Mondo” per meriti scientifici. A conclusione del suo mandato rettorale, il ministro dell’Università dell’epoca On. Ortensio Zecchino, con una lettera personale, ha voluto esprimere “il più sentito ringraziamento per l’opera che ha svolto in modo così esemplare a favore di codesto Ateneo”. Dal 1992 al 1996 è stato membro del Comitato di presidenza della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI) e dal 1996 al 1999 è stato membro del Consiglio Universitario Nazionale (CUN). Dal 2000 al 2006 è stato direttore del Dipartimento MECMAT e dal 1992 al 2007 è stato coordinatore del Dottorato di Ricerca in “Chimica dei materiali per usi speciali”. Dal 2019 è stato nominato Professore Emerito dell’Università degli Studi di Reggio Calabria Reggio Calabria.

È autore di circa 100 pubblicazioni su riviste internazionali su argomenti riguardanti i meccanismi di reazione, la chimica dei composti metallorganici, la catalisi omogenea ed eterogenea. È anche autore di 3 brevetti di Chimica Industriale. Ha presentato un centinaio di relazioni e comunicazioni ai convegni scientifici soprattutto internazionali. Nel biennio 2005/2006 è stato presidente dell’Associazione Italiana dei Chimici di Ingegneria e, nel 2010, ha ricevuto, al convegno di Bressanone, il premio AICING per il contributo dato alla Chimica dell’Ingegneria in Italia.

All’inizio del 2022 è stato pubblicato il suo ultimo libro di divulgazione scientifica dal titolo: “L’energia e il linguaggio della natura: dalla filosofia di Talete alla fisica di Einstein” edito da Carocci.

«Ciao Professore, che la terra ti sia lieve. Veglia su di noi e non ti arrabbiare se ogni tanto sbaglieremo qualcosa: avevamo ancora tanto da imparare e sei andato via troppo presto…», si legge in un post pubblicato su Instagram dal dipartimento di Chimica della facoltà di Ingegneria della Mediterranea.

I funerali avranno luogo a Bagnara Calabra (RC) Sabato 2 luglio alle ore 16.30 presso la Chiesa di Santa Maria e i XII Apostoli

top