mercoledì,Giugno 19 2024

Fondazione Pegasus di Polistena, annullato dal prefetto il verbale di nomina di Mileto come presidente

Lo ha comunicato il sindaco di Polistena, Michele Tripodi, nella seduta del consiglio comunale

Fondazione Pegasus di Polistena, annullato dal prefetto il verbale di nomina di Mileto come presidente

Il prefetto di Reggio Calabria, Clara Vaccaro ha annullato il verbale di nomina di Franco Mileto quale presidente della Fondazione Pegasus di Polistena, provvedendo a incaricare il vice prefetto Maria Stefania Caracciolo quale commissario dell’ente.

Lo ha comunicato il sindaco di Polistena, Michele Tripodi, nella seduta del consiglio comunale, organo chiamato a conoscere la determinazione essendo l’amministrazione comunale tra i soci dell’organismo. Torna nuovamente nella bufera l’istituzione varata nel 2011, quale fondazione di partecipazione nel settore della formazione per la Mobilità sostenibile, sostenuta anche dall’università Mediterranea e dall’Istituto di Istruzione superiore Conte Milano.

La decisione della prefettura, che ha contestati vizi nella elezione di Mileto – avvenuta nell’ottobre del 2022 quando lui era un presidente Facente Funzioni decaduto perchè in pensione da preside della scuola socia – dà ragione quindi ai dubbi che lo stesso consiglio comunale aveva sollevato, incaricando con un ordine del giorno approvato nel dicembre 2022 l’ente di analizzare dal punto di vista legale la questione. Da qui nacque un ricorso al tribunale civile, ancora pendente, che ora potrebbe risolversi poiché quanto stabilito dalla prefetta coincide con quanto sollecitato dal Comune e da altri soci delle Pegasus.

La querelle tra Mileto, preside in quiescenza molto noto nella Piana reggina, nonché esponente politico del movimento di Luigi De Magistris e più volte indicato quale possibile futuro candidato a sindaco alternativo alla coalizione guidata dai comunisti, e gli amministratori ha dunque un esito che vede per il momento l’uomo di scuola messo all’angolo dalla prefettura, che ha esercitato i suoi poteri di verifica sulla conduzione di una Fondazione che, in passato, era entrata nel dibattito politico anche per le insistenti voci che davano per immediato il trasferimento della sede nella vicina Cinquefrondi, cittadina amministrata da un sindaco, Michele Conia, che è anche leader in Calabria di Alleanza Popolare, il partito di De Magistris.

top