martedì,Aprile 16 2024

Reggio, i Miti contemporanei di scena alla Villa comunale Umberto I

Domani, con inizio alle ore 10 e per tutta la giornata, performance e spettacoli teatrali con la sezione estiva del festival promosso dalla compagnia Scena Nuda

Reggio, i Miti contemporanei di scena alla Villa comunale Umberto I

La Villa Comunale Umberto I di Reggio Calabria si aprirà alla comunità nel segno del Teatro, domani 1 settembre, in occasione della sezione estiva dedicata al cinquantesimo anniversario del ritrovamento dei bronzi di Riace dell’XI edizione del festival Miti Contemporanei, promossa dalla compagnia Scena Nuda. Il ricco programma della giornata è stato presentato questa mattina nel salone dei Lampadari Italo Falcomatà di palazzo San Giorgio, sede del Comune di Reggio Calabria, in occasione della conferenza stampa moderata dalla giornalista Paola Abenavoli. Sono intervenuti: Irene Calabrò, assessora comunale Cultura e Turismo, Nino Malara, Consigliere delegato ai Grandi Eventi, Filippo Gessi, attore e regista e cofondatore della compagnia teatrale Scena Nuda, e Teresa Timpano, direttrice artistica della compagnia teatrale Scena Nuda e del Festival, che ha illustrato i dettagli del programma.

L’Etica ambientale e la valenza sociale oltre che culturale

«Un laboratorio teatrale in collaborazione con l’associazione sportiva dilettantistica I Girasoli della Locride, che abbraccia persone con disabilità gravi, le due performance multimediali di cui una dedicata anche ai più piccoli, gli appuntamenti sempre per bambini con lo spettacolo teatrale Ipazia di e con Adriana Cuzzocrea e il laboratorio artistico Eteocle e Polinice diretto dall’associazione Agapao della giovane Luisa Malaspina, la performance di Francesca Pica che sarà Demetra, ecco cosa proporremo domani alla Villa comunale reggina, nell’ambito del programma di questa sezione estiva del festival cofinanziato dal Comune di Reggio Calabria nell’ambito dell’Estate reggina e con fondi del Pon Metro ed Europei. Della dimensione multimediale non sveliamo nulla adesso ma annunciamo come centrale sarà il tema dell’etica ambientale. In particolare, Demetra con la suggestione dei quattro elementi racconterà in modo originale l’Ambiente. Poi avremo il piacere di ospitare lo spettacolo teatrale “Lettere d’amore” di Fernando Pessoa, Frida Khalo, Oscar Wilde, Eduardo De Filippo, Ovidio, Luigi Tenco, al centro della produzione di Nuovo teatro Sanità di Napoli, con Eleonora Fardella, Gennaro Maresca, Antonio Turco, musica dal vivo eseguita da Carlo Vannini e con la direzione artistica di Mario Gelardi, uno degli autori di Gomorra. Infine la nostra produzione “Questioni di Famiglia”, ispirato a Antonio e Cleopatra di William Shakespeare», ha concluso Teresa Timpano, direttrice artistica della Compagnia teatrale Scena Nuda e del Festival Miti Contemporanei.

La cultura in un luogo del cuore di Reggio

Un programma, dunque, per tutte le età e che avrà come location un luogo particolarmente caro alla città dello Stretto.

«Mi preme sottolineare l’importanza del coinvolgimento delle giovani generazioni in laboratori e attività interattive che saranno certamente impattanti e che risponderanno alla finalità da più parti sempre dichiarata, e in occasioni come questa anche praticata, di favorire il rispetto dell’ambiente e la crescita attraverso la cultura», ha evidenziato il consigliere comunale con delega ai Grandi Eventi di Reggio Calabria, Nino Malara.

«La valenza di questo Festival si concretizza non solo nello spessore della proposta culturale ma anche nella valorizzazione di beni comuni che si aprono alla comunità. In questa occasione sarà possibile godere di una giornata di teatro e cultura nella cornice di un luogo del cuore come la Villa comunale Umberto I», ha sottolineato Irene Calabrò, assessora comunale alla Cultura e al Turismo oltre che al Bilancio di Reggio Calabria.

Articoli correlati

top