venerdì,Luglio 19 2024

Reggio, torna Borgo Nocille per i piccoli

Al via dal 25 settembre le esperienze educative e i laboratori pedagogici immersi nella natura per le scuole dell’infanzia e della primaria

Reggio, torna Borgo Nocille per i piccoli

Tornano le iniziative per le scuole a Borgo Nocille. Con il “Borgo dei piccoli”, infatti, ripartono le esperienze educative per gli istituti dell’infanzia e della primaria del territorio reggino e i laboratori pedagogici immersi nella natura. Saranno tre in particolare i filoni in programma per tutto l’autunno (La vendemmia, Delizie d’autunno e Io…come un albero) in partenza dal 25 settembre.

Il Borgo dei piccoli

Si inizia con “La vendemmia” dal 25 settembre al 7 ottobre che vedrà i bambini delle scuole aderenti partecipare a veri e propri laboratori pedagogici con il supporto della pedagogista Maila Ielo. «Riprendiamo le attività già svolte in primavera con le scuole – afferma il presidente dell’associazione Borgo Nocille, Demetrio Laganà – iniziando proprio con la vendemmia. I bambini verranno coinvolti nella raccolta dell’uva che faremo trasportare nel piazzale dall’asina per poi renderli protagonisti della vendemmia vera propria. Picchieranno l’uva con i piedi, verrà spiegato loro come si fa il vino, il tutto accompagnato dai laboratori pedagogici ad hoc seguiti come di consueto dalla pedagogista Maila Ielo».

Dal 9 ottobre al 4 novembre, invece, prende il via “Delizie d’autunno” che mostrerà ai più piccoli, ad esempio, «come si fanno le caldarroste, saranno organizzate merende condivise a base proprio delle delizie d’autunno, ma anche del buon pane con l’olio e delle spremute d’arance per educare al cibo sano e far riscoprire i sapori di un tempo» prosegue Laganà.

Infine, dal 6 novembre al 30 novembre “Io…come un albero” ruoterà tutto intorno alla natura e i bambini saranno protagonisti anche della nascita di nuovi alberi, piantando direttamente i semi.

Percorsi didattici ed educativi

«Abbiamo già qualche prenotazione da parte degli istituti scolastici e contiamo su tante adesioni, perché i percorsi organizzati qui a Borgo Nocille – conclude il presidente – sono percorsi didattici esperienziali che fuoriescono un po’ dagli schemi tradizionali della fattoria didattica. Si tratta di vere e proprie lezioni all’aperto dedicate a temi diversi con l’obiettivo di far rivivere ai bambini le esperienze di un tempo, dalla merenda condivisa a base delle specialità del territorio ai mestieri contadini per riscoprire il mondo rurale e farli immergere nella natura a 360 gradi».

top