sabato,Luglio 13 2024

Reggio, il “Giro d’Italia delle donne che fanno impresa” ha fatto tappa alla Camera di commercio

Ieri il convegno "Donne che fanno impresa in Calabria: strumenti e opportunità"

Reggio, il “Giro d’Italia delle donne che fanno impresa” ha fatto tappa alla Camera di commercio

Il “Giro d’Italia delle donne che fanno impresa” ha fatto tappa a Reggio Calabria, con il convegno “Donne che fanno impresa in Calabria: strumenti e opportunità” tenutosi ieri presso la sede della Camera di commercio. Il roadshow è realizzato da Unioncamere nell’ambito di “Imprenditoria Femminile”, programma finanziato dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy con risorse del Pnrr e gestito da Invitalia, con l’obiettivo di diffondere la cultura imprenditoriale tra le donne, di sostenere la loro presenza nel mondo del lavoro e dell’impresa, superando gli stereotipi che limitano la presenza femminile in tanti settori.

Come dichiarato dal presidente della Camera di commercio Antonino Tramontana, «la tappa di Reggio Calabria è l’occasione per riflettere sulle caratteristiche delle imprese femminili e sulle dinamiche dell’occupazione femminile in Calabria, per promuovere le opportunità legate all’imprenditoria femminile e gli strumenti agevolativi ma anche i servizi di accompagnamento messi a disposizione delle imprenditrici e delle aspiranti imprenditrici, tra cui lo Sportello camerale operativo tramite l’Azienda speciale In.Form.A.». Dopo i saluti del presidente Tramontana, il tema dell’incontro è stato declinato nelle sue varie sfaccettature dalle relatrici.

Tiziana Pompei, vice segretario generale Unioncamere, ha aperto i lavori parlando dell’impegno del Sistema camerale per diffondere la cultura di impresa; a seguire, Silvia Petrone, ricercatrice Centro Studi Tagliacarne, ha illustrato dati e caratteristiche dell’imprenditoria femminile in Calabria; mentre Daniela Porcino, presidente del Cug e Prorettore alle pari opportunità dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria ha evidenziato il ruolo dell’Università per lo sviluppo professionale a favore dell’imprenditoria femminile; infine Raffaella Terenzi, Business Development Specialist Invitalia per le imprese, ha presentato gli incentivi finanziari per le imprese femminili.


L’importanza della consapevolezza e l’elemento motivazionale alla base del percorso imprenditoriale sono stati evidenziati sia dall’intervento di Anna De Angelis, responsabile Job Placement dell’Università Mediterranea, sia dalle testimonianze delle imprenditrici reggine Maria Azzalin, co-founder e socio di Big Srl Spin Off Accademico e Start up innovativa dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, e Patrizia Rodi Morabito, titolare Tenuta Badia di Rosarno e vice presidente della Camera di commercio di Reggio Calabria. Il segretario generale della Camera di commercio Natina Crea ha moderato e concluso i lavori, ribadendo l’impegno dell’Ente in termini di supporto specialistico e incentivi dell’Ente Camerale dell’Azienda Speciale IN.FORM.A., per il sostegno delle imprese femminili e degli aspiranti imprenditori.

top