lunedì,Maggio 20 2024

Il FilMuzik Festival di Gioiosa Ionica celebra Amy Winehouse

Appuntamento con lo spettacolo di teatro musicale “Amy & Blake”, per venerdì, alle ore 22.15

Il FilMuzik Festival di Gioiosa Ionica celebra Amy Winehouse

Si fa sempre più ricco il programma della 3ª edizione FilMuzik, Arts Festival dedicato al cinema musicale organizzato dall’associazione culturale Bird Production. Dopo la straordinaria performance di Valentia Sparvieri, Poetessa del Fuoco che ha incantato il pubblico con il suo strabiliante spettacolo di arte performativa, e di Gabriele Circosta, giovane cantautore di origini gioiosane che vive e lavora in Emilia-Romagna, che si è esibito ieri con il suo live musicale dall’evocativo titolo Sentieri ignoti, arriva l’appuntamento principe di questa seconda settimana del festival, che quest’anno ha scelto come tema la Resistenza intesa in tutte le sue accezioni.

Si tratta dello spettacolo di teatro musicale “Amy & Blake – Concerto per le ultime parole d’amore”, che si terrà venerdì, a Palazzo Amaduri, sempre a partire dalle ore 22.15. Lo spettacolo ripercorrerà l’ultimo tragicomico concerto dell’icona del soul Amy Winehouse mostrando come la sua vita sregolata non abbia in alcun modo influito sul suo talento musicale ineguagliato. Amy Winehouse infatti, a dispetto del suo ingombrante e scompigliato personaggio è stata autrice di tutti i testi delle sue canzoni, realizzando un racconto ironico e spietato delle sue disavventure troppo umane, che verranno citate nello spettacolo musicale diretto e interpretato da Alice Conti.

Una messa in scena sperimentale che nasce da una cavillosa ricerca documentaria sulla vita sregolata dell’artista e con un intento del tutto anti-celebrativo ma, anzi, a tratti cinico. La pièce alternerà momenti dialogati a canzoni e azioni fisiche, obbligando la sua interprete a utilizzo completo del proprio corpo. Alice Conti, formatasi con il Balletto Civile di Michela Lucenti e presso la Royal Academy of Dramatic Arts di Londra, coordinatrice il gruppo teatrale nomade Ortika, riuscirà infatti a tenere aperti più canali comunicativi contemporaneamente, trasmettendo al pubblico tutte le emozioni di una donna che “resta immobile” pur continuando a danzare e che riesce a narrare pur restando in silenzio.

Un esperimento teatrale che ha già riscosso un meritato successo venendo messo in scena proprio nei luoghi “non-teatrali” che un personaggio come Amy Winehouse avrebbe potuto abitare, nei quali la sua anima inquieta sarebbe facilmente potuta rimanere incastrata, e che farà sorridere e riflettere un pubblico che avrà al contempo la possibilità di riascoltare il genio di un’artista che si è consumata troppo in fretta. A rendere ancora più magica la serata di venerdì, ci penserà inoltre Bonsai experience, una mostra d’arte bonsai che vuole replicare il successo dell’iniziativa dello scorso anno collaborando con il Chokkan club di Soverato e Gei bonsai en, proponendo al contempo la degustazione di sushi e cocktail abbinati. L’evento, per partecipare al quale è richiesta una prenotazione obbligatoria, anticiperà lo spettacolo straordinario di Alice Conti, con inizio previsto alle ore 20.

top