giovedì,Febbraio 29 2024

Reggio, Premio Nazionale Biesse 2023 alle “Eccellenze del territorio”

Il 26 settembre all’A Gourmet Accademia, la settima edizione del premio che celebra le eccellenze distintesi per competenza, professionalità e umanità

Reggio, Premio Nazionale Biesse 2023 alle “Eccellenze del territorio”

Giunge alla settima edizione il Premio nazionale Biesse “Eccellenze del territorio” a Reggio Calabria. L’Associazione culturale bene sociale celebrerà il prossimo 26 settembre le eccellenze del territorio 2023 all’A Gourmet – Accademia alla presenza delle autorità civili e militari, oltre che delle
personalità premiate.

Il significato del premio Biesse

«Anche quest’anno, per la settima edizione del premio Biesse, conferiremo il premio nazionale a personalità che si sono distinte in ambito professionale, culturale e sociale – chiarisce la presidente nazionale dell’associazione Biesse Bruna Siviglia – e in particolare a personalità che hanno fatto la differenza anche e soprattutto per la loro grande umanità».

Il libro di Tina Montinaro

«Alle ore 18 avremo l’onore e il piacere di presentare in esclusiva per Reggio Calabria il libro scritto da Tina Montinaro, presidente dell’Associazione Quarto Savona Quindici, e moglie di Antonio Montinaro, caposcorta di Giovanni Falcone» prosegue la Siviglia. Il libro, dal titolo “Non ci avete fatto niente”
racconta della lotta alla mafia di Montinaro e di Falcone, «ma è anche un libro autobiografico dove la Montinaro si racconta, racconta il suo incontro con Antonio, tutti gli anni del periodo stragista, il suo vissuto. Ed è un’opera rivolta soprattutto ai ragazzi delle scuole».

I premiati 2023

Dopo la presentazione del libro, alle 19 la cerimonia ufficiale del premio che vedrà tra gli insigniti 2023, oltre a Tina Montinaro per il suo grande impegno sui temi della legalità: il sostituto procuratore Walter Ignazitto; il colonnello Marco Guerrini, «che ha lasciato la città da poco e con il quale abbiamo portato avanti il progetto “Carabiniere per un giorno”, che riprenderemo anche quest’anno» aggiunge la presidente; poi per la scrittura il giornalista e scrittore Arcangelo Badolati, e «per il grande lavoro a tutela dell’ambiente e del territorio, Salvatore Siviglia, uno dei massimi dirigenti della regione Calabria».
Ancora: «il premio alla memoria a Luigi De Sena che è stato anche prefetto della città, una forma di gratitudine per quello che ha fatto per la nostra comunità». Il premio sarà ritirato dalla moglie Grazia Mirabile.
Infine, il premio giovani, conclude la Siviglia, che «andrà quest’anno a Confindustria, a due giovani imprenditori, Annamaria Catalano e Angelo Marra che hanno creato una startup innovativa per la cura della psoriasi e a Malaga Cavalea, giovane imprenditrice calabrese che è andata al nord a lavorare ma è
ritornata qua per il forte attaccamento alla sua terra e ha voluto continuare ad investire qui nonostante le difficoltà».

Articoli correlati

top