martedì,Luglio 23 2024

Benestare, si riconferma un appuntamento fondamentale la XIV edizione dei Catoja in festa

Il progetto è stato selezionato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri insieme a sole altre sei città

Benestare, si riconferma un appuntamento fondamentale la XIV edizione dei Catoja in festa

Si è conclusa domenica 1 ottobre la XIV edizione dei Catoja in festa nel borgo di gesso di
Benestare. Cinque giorni di successo fra record di presenze, musica e spettacoli. Un’edizione che
porta con sé anche una due giorni dedicata a Enrico Berlinguer, per il centenario della sua nascita,
e che ha visto l’inaugurazione di una piazza, “ Largo Berlinguer”, dedicata al grande statista.

La manifestazione è stata motivo di grande orgoglio per Benestare e per l’intera regione. Il progetto
è stato selezionato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri insieme a sole altre sei città italiane (Roma, Firenze, Pescara, Pistoia, Venezia, Soave), per celebrare la figura del grande statista scomparso.

Benestare risulta dunque l’unico comune del Sud ad aver colto l’opportunità del bando per il finanziamento delle celebrazioni del centenario della nascita di Enrico Berlinguer. Un significativo primato, che unito ad altri elementi di interesse rendono il borgo di Benestare unico. Come unica nel suo genere è la manifestazione ormai storica dei Catoja in festa che quest’anno ha raggiunto la sua XIV edizione.

«Abbiamo imparato dalla nostra esperienza lunga 14 anni che è necessario sperimentare sempre
nuove strategie per rendere questo evento veramente unico ed ineguagliabile – ha dichiarato a
margine della manifestazione il sindaco Domenico Mantegna – quest’anno infatti, il numero dei
Catoja si è ancora ingrandito arrivando a ben 110 nonostante due strade del centro storico siano
chiuse per lavori di riqualificazione». Un risultato raggiunto grazie alla collaborazione dei benestaresi e che mira alla valorizzazione delle “case di gesso” uniche in Italia per struttura e tipologia.

Nella rassegna di quest’anno sono stati ben 110 i Catoja aperti al pubblico con una variegata proposta enogastronomica, espositiva e culturale. Gremite di visitatori le vie e le piazze del centro storico, che tra affezionati e nuovi visitatori che gustando i prodotti tipici della cucina calabrese legata al mondo contadino, ammiravano i caratteristici Catoja ricchi di storia e tradizioni. Cinque serate, dunque, all’insegna del gusto, dell’arte e della cultura, il tutto ravvivato da spettacoli di artisti come: “I Dipende di Te” e i loro tamburi dal ritmo coinvolgente, dall’orchestra itinerante degli “Ottopiù Street Band”, che con le sue note ha fatto provare sensazioni ed emozioni uniche lungo il percorso dei 110 Catoja studiato appositamente per l’occasione.

E poi ancora Davis Muccari, i Quarta Aumentata e Fabio Macagnino, gli artisti, i giocolieri gli spettacoli itineranti che hanno fatto ballare giovani e grandi fino alle prime luci dell’alba. Venerdì in onore di San Michele due grandiosi spettacoli pirotecnici. Domenica l’ultima grande serata chiusa dalla tradizionale sfida dei fuochi d’artificio fra due ditte di primordine, a seguire poi il concerto degli Amakora che hanno incantato con le loro note tutti i visitatori e i grandi appassionati venuti dalle varie province calabresi.
«La nostra manifestazione rappresenta – ha dichiarato il sindaco – quella relazione, quell’amicizia
fra memoria, tradizione e musica popolare che ben raffigurano quel valore aggiunto, quel fascino
che borghi come Benestare hanno impresso nell’anima e che stiamo finalmente imparando a
valorizzare.

Ma i Catoja rappresentano anche spirito di comunità, accoglienza e collaborazione, per questa ragione non posso non ringraziare i proprietari dei Catoja che gratuitamente ne hanno concesso l’utilizzo e che senza dei quali tutto questo non sarebbe stato possibile».

Una manifestazione che è nata anni fa dall’intuito di Renata Ceravolo e che ha visto la piena partecipazione di tutta Benestare, dal Parroco, don Rigobert Elangui, alla ProLoco, guidata da Maria Caminiti, alla Confraternita di Maria SS. del Rosario e del Comitato organizzatore di “Catojain Festa” guidato da Carmen Parpiglia e della Cooperativa Pathos che ha curato la gestione logistica relativa alla cerimonia di inaugurazione di Largo Berlinguer». I Catoja in festa sono l’evento simbolo di Benestare che anno dopo anno si è migliorato e ingrandito, fino ad avere un proprio logo, un marchio. «Tutto ciò è stato possibile – ha concluso il sindaco – grazie al grande supporto di tutti i miei collaboratori, l’amministrazione comunale tutta, in particolare della consigliera delegata all’evento Catoja in Festa, Simona Musolino, ai responsabili di settore e i dipendenti comunali. Il loro impegno, sia dal punto di vista
amministrativo che operativo, è stato fondamentale per il successo dei “Catoja in Festa”.

Basilare è stato il supporto delle forze dell’ordine, dei volontari delle associazioni di Protezione Civile
nonché di Calabria Verde che con dedizione, professionalità e gentilezza hanno contribuito a creare un ambiente sicuro e ordinato per migliaia di visitatori e fedeli durante la festa. La loro presenza è stata fondamentale per la riuscita di questa XIV edizione».

top