venerdì,Novembre 27 2020

La riapertura dell discarica tiene banco a Motta. L’Ancadic dice no

Crea sollecita il sindaco Giovanni Verduci a ribadire la netta contrarietà alla riapertura del sito di Comunia durante la conferenza dei servizi prevista per il 14 novembre

La riapertura dell discarica tiene banco a Motta. L’Ancadic dice no

«In sede di conferenza di servizi il sindaco ribadisca il no alla riapertura della discarica e restituisca la fascia tricolore».

Questo l’invito del referente Ancadic Vincenzo Crea che fa leva sull’amministrazione affinché venga scongiurata la riapertura della discarica a Motta San Giovanni.

«L’attuale amministrazione comunale, attraverso il sindaco Giovanni Verduci, ha sempre ribadito la sua assoluta contrarietà a qualsiasi tipo di riapertura della discarica di Comunia: per questo motivo, dopo essersi opposto alla prima conferenza dei servizi, ha prodotto ricorso al TAR e successivamente Appello al Consiglio di Stato. Nonostante questo, la Regione Calabria persevera nel suo obiettivo di riaprire il sito, noncurante della posizione dell’amministrazione, che rappresenta la volontà della popolazione del Comune di Motta San Giovanni. Per questi motivi, visto che il Sindaco e l’Amministrazione comunale hanno il compito di tutelare gli interessi dei cittadini, la pubblica incolumità e il proprio territorio, l’Ancadic invita il sindaco a presentarsi in Conferenza dei Servizi, fissata per il 14 novembre p.v., esclusivamente per ribadire con fermezza il no dell’amministrazione comunale e procedere alla restituzione della Fascia Tricolore, visto che il Sindaco ha il compito di rappresentare la volontà popolare, che la Regione non rispetta e continua a calpestare. E’ giunto il momento di farci rispettare».

Con l’occasione, Crea conferma la non partecipazione dell’Ancadic all’incontro con l’assessore regionale all’ambiente, Antonella Rizzo, fissato dai promotori raccolta firme “No Comunia” per domani.