venerdì,Ottobre 23 2020

Elezioni a Reggio Calabria, Pizzimenti: «Minicuci non è un leghista»

Il presidente dell'associazione "Cittadini per il cambiamento": «Salvini lo ha scelto per la sua competenza nella pubblica amministrazione»

Elezioni a Reggio Calabria, Pizzimenti: «Minicuci non è un leghista»

«Minicuci non è tesserato della Lega. Egli è stato scelto, perché nella coalizione di centrodestra gli accordi democratici hanno assegnato alla Lega la possibilità di scegliere il candidato sindaco della coalizione». È quanto dichiara con una nota stampa, il Presidente dell’associazione “Cittadini per il Cambiamento”, Nuccio Pizzimenti, che aggiunge: – «Salvini, per rispetto alla nostra città, che non ama la Lega, ha scelto Minicuci, perché: non ha la tessera della Lega, ma è una persona preparata, lo ha scelto anche perché è nato a Melito Porto Salvo e sin da giovane ha lavorato nella pubblica amministrazione quale vincitore di concorso per preparazione in qualità di dirigente in moltissimi Comuni italiani, maturando così grande esperienza e conoscenza della “macchina amministrativa”, cosa che serve moltissimo ad un Comune come Reggio Calabria, dove Falcomatà ha portato l’Amministrazione di nuovo in predissesto».

«Vogliamo precisare, che parlando con i cittadini, abbiamo constatato, che la propaganda falsa e bugiarda di Falcomatà li ha convinti, che la spazzatura si deve alla chiusura delle discariche della Santelli, nulla di più falso, perché la Santelli le discariche le ha aperte più di 3 mesi fà; e poi basti pensare, che la spazzatura per strada, si deve all’inadeguato sistema del porta-a-porta, adottato da Falcomatà da ben 6 lunghi anni; e tutto ciò mentre Falcomatà si trastulla in spese pazze e non prioritarie, come le colonne metalliche di Tresoldi, costate in realtà ai Reggini oltre un milione di euro, mentre i cittadini, ripeto, “agonizzano” perché non hanno l’acqua in casa neanche per l’igiene intima».

«Ecco, Minicuci con la sua preparazione amministrativa è l’uomo giusto ed onesto, che ci vuole a Reggio Calabria, perché sa come risolvere i problemi e come “manovrare” correttamente la “macchina Comunale”, specie quella di Reggio Calabria in predissesto. Insomma, Salvini ha scelto Minicuci, di proposito, individuando in lui: una persona preparata, onesta, un reggino, uno che non è mai stato leghista, praticamente l’uomo giusto, che possa essere utile alla città, per risollevarla, uno in grado di risolvere il “nodo” del predissesto, ma senza affondare le mani nelle tasche dei reggini».

«Chiediamo dunque alla cittadinanza di riflettere e di votare per MINICUCI, persona onesta, qualificata professionalmente, l’unico in grado di risollevare Reggio e di assicurare al Comune stabilità di Governo» conclude Nuccio Pizzimenti.