sabato,Ottobre 24 2020

Elezioni comunali a Reggio Calabria, Minicuci dice sì al confronto con Falcomatà. Dove e quando si terrà la sfida

Il candidato del centrodestra ha deciso di sfidare il sindaco uscente rispondendo alle domande del network LaC e della Gazzetta del Sud

Elezioni comunali a Reggio Calabria, Minicuci dice sì al confronto con Falcomatà. Dove e quando si terrà la sfida

«In queste ultime settimane, si è perso il conto di commenti e dichiarazioni riferite al presunto ‘timore’ che mi avrebbe impedito di partecipare ai confronti con i vari candidati a Sindaco di Reggio Calabria. In alcuni casi, ho letto considerazioni che mi hanno fatto anche sorridere, pur nella tensione vissuta in un periodo così intenso e impegnativo». Così in una nota il candidato a sindaco della coalizione di centrodestra Antonino Minicuci, il quale ha accolto la richiesta di fare un confronto su Gazzetta del Sud e LaC, che andrà in onda sul canale 19 del digitale terrestre e in streaming su LaCNews24.it e ilReggino.it e le rispettive pagine Facebook venerdì 2 ottobre alle 22:30.

«Più volte ho specificato, anche attraverso una nota stampa, le motivazioni alla base della mia scelta di non partecipare al proliferare di confronti ed incontri programmati, a volte, anche in sovrapposizione. Ho fatto una scelta caratterizzata dal voler dedicare più tempo possibile all’incontro con i cittadini ed all’ascolto, chiedendo incontri e visite in tanti quartieri e nelle periferie, proprio a voler guardare con i miei occhi le problematiche ed il degrado che Reggio soffre da troppo tempo».

«A pochi giorni da un voto importantissimo, che deciderà se la città può rinascere sulla scorta di un cambiamento o sprofondare ulteriormente, ritengo doveroso nei confronti dei reggini confrontarmi con il sindaco uscente in due appuntamenti per come detto nei giorni scorsi e prestando fede all’impegno assunto. I cittadini meritano attenzione e trasparenza, meritano risposte chiare, meritano di sapere cosa si vuole fare per invertire una rotta che in questi sei anni ha pericolosamente avvicinato Reggio Calabria verso il baratro».