domenica,Settembre 26 2021

Gioia Tauro, Ventini respinge le accuse: «Sempre fedele ai miei ideali»

Il capogruppo di DemA in consiglio comunale replica al dimissionario vicesindaco e all'assessore Guerrisi

Gioia Tauro, Ventini respinge le accuse: «Sempre fedele ai miei ideali»

«In questo momento di crisi politica, la mia solidarietà va espressa innanzitutto al sindaco Aldo Alessio. Un sindaco in cui ho riposto la mia totale e completa fiducia fin dall’inizio e che continuerò a dargli fino alla fine del suo mandato». Così in una nota Sabina Ventini, capogruppo di DemA in seno al consiglio comunale di Gioia Tauro.

«Dispiace sicuramente per la frattura insanabile che ormai da tempo si era creata con una parte della giunta, certamente per gli scarsi risultati nel settore delle politiche sociali e, da ultimo, sulla superficialità dimostrata nei confronti dei lavoratori precari storici al comune di Gioia Tauro».

«Dispiace, inoltre, constatare come chi ha goduto della fiducia del consiglio comunale e dalla sottoscritta fino all’altro ieri, nonostante le critiche costruttive fatte, non faccia un’autocritica prima di accusare gli altri dei loro fallimenti, prima che politici, umani dettati da un’immaturità tale da non superare le antipatie rispetto ad un progetto che aveva bisogno certamente di condivisione».

«L’ex vice sindaco Romano e l’ex assessora Guerrisi, dal giorno in cui sono entrati in giunta si sono fin da subito staccati dal gruppo di lavoro più ampio che era lo stesso gruppo che li ha portati al governo del città, di fatto creandosi una corrente interna, maggioritaria, appoggiati da altri consiglieri. Nulla di male ci sarebbe se solo gli stessi avessero più pensato agli interessi della città piuttosto che alla propria crescita all’interno di gruppi politici più ampi, tra il Pd e Articolo 1 della provincia di Reggio Calabria, che volevano dettare loro l’agenda politica fin dal giorno dopo la vittoria delle elezioni e soprattutto per il rinnovo del consiglio metropolitano».

«La sottoscritta, nonostante la creazione di un altro gruppo consiliare (da sola), si è voluta staccare da quelle logiche perché fedele al progetto e al programma che ha sottoscritto con Aldo Alessio, l’unico in cui ha riposto e continua a riporre la sua fedeltà e lealtà».

«Ricordiamo tutti le lettere carbonare inviate al sindaco per mettere in discussione l’operato dello stesso e in cattiva luce il validissimo ex assessore Romeo che lo hanno portato alle dimissioni, solo per spianare loro la strada poiché visto come un potenziale ostacolo alle loro ambizioni».

«Ecco, noi siamo a lavoro per la città di Gioia Tauro e per servirla; per portare avanti un programma in maniera seria e trasparente in primis, non per poter accrescere il nostro prestigio personale politico e fare carriera in questo o in quel partito».

«Il mio elettorato lo sa! Sono una consigliera di strada e vivo in mezzo alla gente ogni giorno. Continuo con le mie lotte e non ho mai tradito, soprattutto, i miei ideali».

Articoli correlati

top