lunedì,Giugno 17 2024

Taurianova, individuate le aree verdi da affidare ai privati

Dopo l’approvazione in Consiglio comunale del “Regolamento per l’utilizzo delle aree verdi comunali”, la Giunta ha approvato gli spazi verdi che potranno essere “adottate”. Caridi: «I cittadini potranno prendersene cura e avviare al contempo diverse attività»

Taurianova, individuate le aree verdi da affidare ai  privati

Sono state individuate ed approvate, con delibera di Giunta n. 48 del 9 aprile scorso, le aree verdi del comune di Taurianova, da dare in affidamento a privati volontari disposti a curarle a proprie spese, così come previsto dal “Regolamento per l’utilizzo delle aree verdi comunali”, approvato durante il Consiglio comunale del 5 febbraio scorso. «Dal momento che nel tessuto urbano sono presenti numerose aree di proprietà comunale con destinazione urbanistica a verde pubblico – ha spiegato l’assessore al Verde pubblico e Decoro urbano Antonino Caridi – abbiamo pensato che al miglioramento e alla conservazione dello stesso possono contribuire anche i privati che abbiano interesse a proporre interventi di valorizzazione, e che siano disponibili anche alla loro custodia.

Quindi, considerando anche la rilevanza culturale della conservazione e della valorizzazione del verde cittadino, quale patrimonio ambientale e culturale legato all’identità dei luoghi, oltre alla rilevanza non solo strategica della riqualificazione delle aree verdi, ma anche educativa del coinvolgimento e della responsabilizzazione della popolazione, ed economica degli interventi di volontariato nella manutenzione del verde pubblico, abbiamo deciso di portare in Consiglio il Regolamento per l’utilizzo delle aree verdi comunali. Questo permetterà ai cittadini di “adottare” un determinato spazio o area verde, tra quelle individuate dall’Ufficio tecnico, e prendersene cura a proprie spese, al fine di attivare un processo di recupero, riqualificazione e valorizzazione delle stesse, che potranno essere destinate a diverse attività».

Il Regolamento disciplina, all’articolo 18, l’adozione di aree e spazi verdi da parte di singoli cittadini o gruppi di cittadini, imprese, circoli, associazioni e scuole; all’articolo 19 la sponsorizzazione delle aree verdi, attraverso un contratto stipulato fra l’Amministrazione comunale e soggetti terzi, con finalità l’allestimento o la cura, valorizzazione e manutenzione delle stesse aree, dando la possibilità allo sponsor di collocare nella sede oggetto dell’intervento cartelli pubblicitari; all’articolo 20 la valorizzazione delle aree verdi presenti nel territorio comunale che presentano particolari caratteristiche utili per attività in sinergia con operatori privati nel settore commerciale, dei giochi e delle attività ludiche in genere; all’articolo 21 infine, la scelta delle aree verdi da poter essere oggetto di affidamento per l’adozione, sponsorizzazione, iniziative commerciali e ludiche.

Il responsabile del Settore tecnico ha quindi provveduto ad individuare tra le numerose aree verdi di proprietà del Comune, quelle che meglio si prestano a quanto disciplinato nel Regolamento. Pertanto, sono state individuate: piazza Monteleone; piazza Aldo Moro; piazza Caduti di Nassirya; parco Bizzurro; la villa comunale “Fava”; la lottizzazione Genovese – Zerbi “Madonna Addolorata”; la lottizzazione Zerbi – Canoro; la lottizzazione Teti nella frazione San Martino; le aiuole spartitraffico di inizio via De Gasperi, di Largo Ospedale, di Bivio Crocicchia, di Bivio Nucarella, di inizio via Circonvallazione, di via Ganini, di via XX Settembre – Francesco Sofia Alessio, di corso XXIV Maggio, di via San Giovanni dei Rossi, di via Tommaso Campanella, di via Francesco Sofia Alessio – II Circonvallazione e di piazza Vittorio Emanuele; rotatoria via Circonvallazione – San Giovanni dei Rossi – Senatore Loschiavo.

top