martedì,Ottobre 19 2021

Reggio, Maiolino (FI) esorta Falcomatà a dimettersi: «La città mai così in basso»

Per il consigliere di opposizione, «le criticità non vengono risolte né tamponate, aumentano giorno dopo giorno. Il sindaco getti la spugna»

Reggio, Maiolino (FI) esorta Falcomatà a dimettersi: «La città mai così in basso»

«Ai reggini non bastano più le scuse, le richieste di comprensione e sostegno. Non possono più bastare, perché hanno sopportato già abbastanza, hanno avuto fin troppa comprensione, hanno accettato troppe scuse. Non è accettabile che un sindaco chieda ancora pazienza e fiducia dopo 7 anni di mandato, dopo le vergognose promesse fatte in campagna elettorale ed il fumo negli occhi gettato ai suoi stessi concittadini». Ad affermarlo è il consigliere comunale di opposizione di Forza Italia Antonino Maiolino.

«Come racconta la foto a corredo delle mie parole – continua – emblematica delle circostanze cittadine, Reggio fa acqua da tutte le parti. È anche frustrante per me, per noi di Forza Italia, per tutta l’opposizione, essere ripetitivi e scrivere spesso le stesse cose. Tuttavia non è possibile tacere davanti a tanto degrado, ad un tale stato di abbandono. Rifiuti ovunque, topi che infestano ogni angolo della città, strade colabrodo, tombini occlusi o che saltano ad ogni acquazzone, condotte idriche che esplodono, illuminazione pubblica carente, verde pubblico inesistente, manutenzione ordinaria inesistente, impianti sportivi abbandonati, cantieri fermi e nonostante tutto ciò, tasse alle stelle: Reggio Calabria non è mai stata così in basso.

E stiamo elencando soltanto ciò che è sotto gli occhi di tutti – afferma ancora – anche di chi ha votato e scelto questi amministratori. Non c’è colore politico davanti al disastro. Allo stesso modo ci sembra evidente, alla luce di quanto scritto prima, che l’Amministrazione sia allo sbando totale, non sia più in grado di governare la città e gestire il minimo, figuriamoci le emergenze (tante) che viviamo non da ieri o dall’ultima diretta facebook del Sindaco. È palese che Giuseppe Falcomatà debba gettare la spugna, cedere il passo al comune sentire dei reggini, ammettendo i propri errori e prendendosi tutte le responsabilità del caso, senza chiedere ancora supporto, aiuto, agibilità politica, ma prendendo l’unica decisione che può far bene alla città: dimettersi».

top