lunedì,Maggio 27 2024

Reggio, rinvio di 24 ore per trovare una via unitaria al Congresso Pd

La Commissione provinciale sentita quella regionale ha concesso un giorno supplementare per limare gli accordi tra le parti. In campo Sebi Romeo e Giovanni Nucera. Diplomazie a lavoro

Reggio, rinvio di 24 ore per trovare una via unitaria al Congresso Pd

Unità cercasi nel Partito democratico della ri-generazione. In riva allo Stretto le trattative sono frenetiche per dare un profilo unitario alla candidatura della Federazione provinciale. Il termine per la presentazione degli aspiranti segretari, che scadeva stasera alle 20, è stato prorogato a domani dalla Commissione provinciale per il Congresso. Una scelta accolta unanimemente dalle parti in causa, che dimostrerebbe la volontà degli attori in campo di arrivare ad una situazione che possa accontentare tutti.
Ufficialmente la formula recita più o meno così: alle 20.00 nessuno aveva depositato candidature e pertanto la commissione provinciale, sentita la commissione regionale, ha stabilito una proroga di 24 ore per la federazione di Reggio Calabria.

Insomma la trattativa sarebbe in fase avanzata, ma gli accordi vanno limati. Alcuni ambienti del Partito democratico reggino sottolineano «l’atteggiamento unitario» del sindaco sospeso Giuseppe Falcomatà. In campo ci sono il già segretario provinciale e capogruppo regionale dem Sebi Romeo, vicino al segretario Irto, e Giovanni Nucera, anch’egli un ex di Palazzo Campanella, sostenuto dal sindaco Falcomatà.

Sembra che tanto Romeo quanto Nucera abbiano offerto la disponibilità ad un accordo, ma ancora non sarebbe stato raggiunto un equilibrio. D’altra parte nella partita ci entra anche il segretario cittadino che ha un ruolo non secondario nella città metropolitana, e parallelamente si lavora ad una segreteria ben strutturata, con l’occhio rivolto anche alla presidenza dell’assemblea.

La ricerca dell’unità A Reggio diventa quasi un obbligo, visto l’epilogo del Congresso regionale e i richiami ad un Pd plurale ma unito del neo segretario Nicola Irto, che oggettivamente, non può permettersi di dare il “cattivo esempio”. Certo, in tutte le province la lotta è una lotta a due. A Cosenza la ricerca di un equilibrio è diventato un rebus di difficile soluzione.

A Vibo, la carica di segretario provinciale se la contenderanno il giovane Giovanni di Bartolo e il già sindaco di Maierato Sergio Rizzo. Per la segreteria cittadina, invece in lizza ci sono Claudia Gioia e l’uscente Francesco Colelli. A Crotone la partita provinciale è tra Barberio e Contarino, quella cittadina tra Caiazza e Galea. A Catanzaro dove la partita provinciale si intreccia con la scelta del candidato sindaco la sfida sarà tra il coordinatore cittadino Salvatore Passafaro e il sindaco di San Pietro a Maida, Domenico Giampà.

top