martedì,Febbraio 27 2024

Reggio, le ritorsioni di Quartuccio che perde il potere e logora ulteriormente la maggioranza di Falcomatà

Prima i post su Facebook, poi la lettera e l'astensione insieme al centrodestra in commissione Bilanci

Reggio, le ritorsioni di Quartuccio che perde il potere e logora ulteriormente la maggioranza di Falcomatà

Il potere logora chi non lo ha. E ancora di più chi resta nella stessa posizione ma lo ha perso di fatto. Oltre al labirinto di incontri, di scelte, di sapiente cura nella relazioni per la formazione del nuovo organo politico (la giunta di Reggio), Giuseppe Falcomatà si trova a fronteggiare un’altra questione in seno alla sua maggioranza.

La lettera

Sono più d’uno i segnali di fumo e d’insofferenza inviati senza mezze parole da Filippo Quartuccio, consigliere comunale civico e consigliere metropolitano con la delega alla Cultura.

Una delega che, negli ultimi giorni, si è un po’ svuotata di senso poiché come sappiamo, per scelta di far presto del sindaco, gli eventi natalizi sono stati affidati in fretta e furia a Sviprore. E gli eventi di Natale, insieme alle feste Mariane, sono gli unici importanti nella città dello Stretto.

Il consigliere, evidentemente già punto di riferimento delle associazioni reggine in occasione di questo tipo di eventi, ha ritenuto di dover informare le stesse, con un messaggio su chat e social, del fatto che lui non è la persona “con cui interloquire per gli eventi di spettacolo”.

Quartuccio spiega non solo di non aver votato la delibera di Metrocity che affidava le attività a Sviprore, ma che, nello stesso giorno del consiglio, ossia il 28 novembre scorso, ha presentato richiesta alla dirigente e alla p.o. per “predisporre una proposta di programma che tenga conto della necessità di offrire attività di spettacolo in maniera equa alle diverse aree che compongono il territorio” di Metrocity.

L’insofferenza sui social

Insomma una proposta non in linea con quanto era stato già stabilito dal suo vertice politico e di cui Quartuccio si fa carico poiché evidentemente ci sono tanti scontenti. E lui stesso si può annoverare tra questi se alla storia delle associazioni si associa il malumore nei confronti del primo cittadino esternato senza mezze parole sui social, sottolineando l’assenza del sindaco dalla presentazione di un evento a Metrocity in cui Quartuccio era presente come delegato.

L’astensione in commissione Bilancio

E materialmente, l’ultimo atto, è stata la sua astensione col centrodestra nella seduta odierna di commissione Bilancio. Insomma a Falcomatà ci sentiamo di ricordare “Dagli amici mi guardi Iddio che dai nemici mi guardo io”.

top