venerdì,Novembre 27 2020

Coronavirus, Siclari: «Ho sentito Bertolaso ed è disponibile ad aiutare la Calabria»

Il senatore azzurro conferma «L'ho già sentito per telefono e gli ho illustrato l'enorme lavoro da fare per risollevare la sanità calabrese. Si è dichiarato disponibile a mettersi in gioco, anche gratuitamente»

Coronavirus, Siclari: «Ho sentito Bertolaso ed è disponibile ad aiutare la Calabria»


«Ho sempre ritenuto lo strumento commissariale per la sanità calabrese inadeguato a risolvere i problemi dell’assistenza sanitaria, ma visto che il Governo insiste su questa strada, in Calabria ci vuole un superesperto di emergenze che sappia gestire il groviglio di emergenze che la Calabria oggi subisce: quella pandemica acuita dalle restrizioni per l’inserimento nella fascia rossa del nuovo DPCM, quella sanitaria incancrenita da trent’anni di cattiva gestione e quella istituzionale fondata sul dissidio ultradecennale fra Regione Calabria e gestione commissariale».

Lo ha dichiarato il senatore azzurro Marco Siclari che continuando ha confermato come «Per quanto fatto in passato, per l’altissima professionalità dimostrata sul campo, da ultimo con la direzione ed il coordinamento dell’ospedale nella fiera di Milano, e per l’ineguagliabile senso di umanità e dedizione che lo caratterizza, la persona giusta è, senza dubbio, Guido Bertolaso.

L’ho già sentito per telefono e gli ho illustrato l’enorme lavoro da fare per risollevare la sanità calabrese, mettendogli in evidenza come manchino impostazioni sufficienti di terapia intensiva anche neonatale e pediatrica. Al mio invito ad accettare questa sfida per i calabresi che non si curano o muoiono per un’insufficiente assistenza sanitaria, aggravata da anni di cattiva gestione, Bertolaso si è dichiarato disponibile a mettersi in gioco, anche gratuitamente, ad accettare la sfida, anche a titolo gratuito».