lunedì,Giugno 27 2022

Sanità Calabria, Gaudio rinuncia al ruolo di commissario

L'ex rettore della Sapienza a Repubblica: «Mia moglie non ha intenzione di trasferirsi a Catanzaro. Un lavoro del genere va affrontato con il massimo impegno e non ho intenzione di aprire una crisi familiare»

Sanità Calabria, Gaudio rinuncia al ruolo di commissario

Eugenio Gaudio non avrebbe accettato l’incarico di commissario alla sanità calabrese. È quanto si apprende da molteplici fonti. L’ex rettore della Sapienza era stato indicato come successore di Cotticelli dopo il passo falso del nuovo commissario designato, Giuseppe Zuccatelli.

Se confermata, la mancata accettazione di Gaudio espone politicamente il Governo a nuove critiche per l’incapacità di risolvere una questione che ormai ha conquistato la ribalta nazionale. Secondo quanto si è appreso pare che ad influire sulla decisione sia stata la notizia dell’indagine a suo carico, che sta procedendo verso l’archiviazione. Anche se, in un’intervista all’edizione online di Repubblica, l’ex rettore precisa: «Motivi personali e familiari me lo impediscono. Mia moglie non ha intenzione di trasferirsi a Catanzaro. Un lavoro del genere va affrontato con il massimo impegno e non ho intenzione di aprire una crisi familiare»

Articoli correlati

top