lunedì,Aprile 15 2024

Sanità, all’ospedale di Locri non si possono prenotare esami «perché l’agenda è chiusa»

“Presa Diretta” ha indagato sul sistema sanitario in Italia mettendo in parallelo la Lombardia e la nostra regione

Sanità, all’ospedale di Locri non si possono prenotare esami «perché l’agenda è chiusa»

di Massimo Clausi – C’è un disegno in Italia, più o meno occulto, di arrivare a una progressiva privatizzazione della sanità pubblica? Questo il filo conduttore della trasmissione “Presa Diretta” di Riccardo Iacona che ha dedicato la puntata “Sanità Spa” al tema. Il punto di partenza è lo stato della sanità pubblica in Italia a cui nessuno sembra veramente interessato, se non una parte di medici che eroicamente rifiuta le sirene del privato o dell’estero, magari nella vicina Francia dove gli stipendi sono tre volte superiori.

In Italia, invece, l’assistenza universalistica, che è un grande indice del tasso di democrazia di un Paese, è seriamente minacciato dall’inerzia del sistema politico. Questa è visibile sia al Nord che al Sud del Paese. La puntata infatti è divisa esattamente a metà con un giro in Lombardia dove aumentano i pronto soccorso privati a pagamento e dove i gettonisti garantiscono sempre più turni negli ospedali pubblici. Quest’ultimi ci sono costati dal 2019 al 2023 1,7 miliardi. Dall’altro capo dell’Italia c’è la Calabria dove in luogo dei gettonisti abbiamo chiamato i cubani che non possono essere una soluzione strutturale ma hanno tamponato un’emergenza.
Continua a leggere su LaCnews24.

top