martedì,Gennaio 18 2022

Marina San Lorenzo, notte da incubo tra movida selvaggia e spazzatura

LA LETTERA| Una lettrice segnala l'imponente "invasione" con violazioni della normativa anticovid, degrado in un paese completamente abbandonato

Marina San Lorenzo, notte da incubo tra movida selvaggia e spazzatura

«Allucinante a Marina di San Lorenzo, un 10 agosto da tregenda. Lasciare un paese in balia di se stesso, al collasso, senza un presidio minimo fisso per controllare eventi previsti e prevedibili in piena emergenza Covid.

Ieri notte di San Lorenzo in un noto Lido dove era programmato un mega zumpazumpa, si sono riversate migliaia di persone in spregio alla normativa anti assembramento. Centinaia di auto (oltre due pullman) hanno bloccato la viabilità del piccolo paese e soprattutto l’entrata e l’uscita corrispondente sulla SS106. Nessuno o quasi è riuscito a far rientro alle proprie abitazioni se non alle prime luci dell’alba. L’immagine più tremenda era che una delle strade del paese totalmente piene di spazzatura nauseabonda e giovani ragazzi con bottiglia in mano a ridere in mezzo alla spazzatura, sembrava la scena di un film.

Tra l’altro il paese, privo di amministrazione per dimissioni sindaco e vicesindaco, giunte i primi di agosto, vede come e ulteriore aggravante un lungomare e le strade di accesso impraticabili per quintali di spazzatura ( triplicata da ieri notte) che non viene ritirata dal mese di luglio e gli abitanti pur volenterosi e sensibili non sanno più dove allocare! Un degrado infinito che genera sconforto per chi frequenta questo paese da oltre 30 anni e che un tempo era ameno e piacevole alla vista e al cuore, un bel luogo una volta distrutto non torna più».

Lettera firmata

Articoli correlati

top