venerdì,Maggio 14 2021

Rimosso il video con frasi omofobe che riprendeva coppia gay sul lungomare di Reggio Calabria

Surace si difende: «Nessuna omofobia, ho amicizie omosessuali». Ma l'indignazione resta. Arcigay: «Valutiamo azioni legali»

Rimosso il video con frasi omofobe che riprendeva coppia gay sul lungomare di Reggio Calabria

Questa mattina risulta in modalità “privata” e non visibile al pubblico il video che ha suscitato una sacrosanta indignazione nella giornata di ieri, sul web e non solo, che riprendeva due giovani sul lungomare di Reggio Calabria, in semplici atteggiamenti d’affetto com’è normale che sia fra due persone che legate da un sentimento. Un video che, però, era carico di frasi assolutamente deprecabili, con riferimenti ed insulti veri e propri nei confronti della coppia di giovani omosessuali.

Un video inaccettabile in un paese civile, dove troppo spesso ormai la libertà di pensiero finisce per essere scambiata per libertà di offendere il prossimo e che, anche per questo, abbiamo deciso di non mostrare. Un video, oltretutto, che non tiene in conto minimamente i requisiti di privacy che, pure, avrebbero dovuto essere rispettati.

Il filmato in questione è stato caricato sul canale youtube di Luciano Surace, esponente di AmaReggio101 e già candidato, nello scorso autunno, alle elezioni comunali di Reggio Calabria. Un nome non certo nuovo quello di Surace per la politica reggina, ma non solo. Questi, infatti, è anche attivo nel mondo dello sport dove si occupa di calcio giovanile in qualità di allenatore. Un ruolo delicatissimo nella crescita dei giovani che, certo, mal si concilia con le frasi espresse nel video ora eliminato.

La difesa di Surace

Sul punto, Surace ha diramato una nota stampa con la quale ha abbozzato una difesa: «In merito al video caricato sul mio canale youtube qualche ora addietro e che ha registrato tese e strumentali reazioni, anche da parte di alcune testate giornalistiche – non tutte, per fortuna – tengo a precisare anzitutto che il filmato risale a ben quattro anni addietro e le riprese non sono state effettuate da me, ma sono di pubblico dominio.

Escludo ogni ipotesi di omofobia in quanto ho alcune amicizie di persone omosessuali, con le quali ho instaurato un rapporto pacifico e con le quali c’è una stima reciproca. Non ho paura delle persone che hanno fatto una scelta diversa dalla mia. Anzi, sono un forte sostenitore delle diversità, ma soprattutto un rispettoso cittadino.

Trovo assurdo che qualcuno non abbia perso l’occasione di strumentalizzare il tutto, addirittura mettendo in mezzo la mia candidatura da consigliere comunale alle scorse elezioni amministrative di Reggio Calabria, fino ad arrivare a tirare in ballo il movimento civico AmaReggio e altre realtà associative – di cui faccio parte – che sono del tutto estranee a questo video».

La rabbia dell’Arcigay

Ma l’Arcigay “Due mari” di Reggio Calabria non ci sta. E con una nota ribadisce la ferma condanna per quanto postato. «Sconcertate e sconcertati dalla diffusione del video visibile su un canale Youtube.
Riteniamo davvero preoccupante la condivisione e divulgazione del video – scrivono – che ritrae due ragazzi in via marina con il susseguirsi di frasi omofobe che inneggiano violenza e odio contro la comunità. Ci teniamo a ribadire che siamo preoccupate e preoccupati anche dalla leggerezza con cui il video è stato condiviso da tante persone e giornali online senza nessun tipo di ragionamento sulla violazione della privacy. 
Siamo allarmate e allarmati per il clima di odio che si respira e per l’assenza di tutele specifiche. Valuteremo con il nostro gruppo legale le azioni da mettere in campo».

top