martedì,Luglio 23 2024

Arghillà, esplode la rabbia dei cittadini. «No ai migranti nella scuola»

Cittadini in strada decisi a non far entrare i profughi sbarcati oggi. «Viviamo in mezzo alla spazzatura e al degrado»

Arghillà, esplode la rabbia dei cittadini. «No ai migranti nella scuola»

Protesta un gruppo di residenti di Arghillà, a Reggio Calabria. I locali della scuola Radice Alighieri stanno accogliendo i migranti sbarcati al porto nel pomeriggio ma un gruppo di residenti è sceso in strada per protestare. C’è un clima di contestazione alimentato dalla presenza di forze dell’ordine e di attenzione, con intervento di pulizia e rimozione dei rifiuti nell’area circostante, solo in questa occasione.

«Si ricordano di questo quartiere solo quando hanno bisogno e non quando abbiamo bisogno noi, dicono. Viviamo in mezzo alla spazzatura e al degrado, con topi grandi come gatti, e nessuno interviene e adesso dovremmo anche accogliere altre persone quando già noi non abbiamo acqua e servizi», dicono i residenti determinati a non far entrare nei locali della scuola il secondo gruppo di migranti già sbarcati al porto.

top