domenica,Maggio 29 2022

Gioiosa Jonica, una “panchina rossa” a Prisdarello

Simbolo della battaglia contro la violenza sulle donne. Domenica l’inaugurazione con Mons. Oliva e l’assessore regionale MInasi

Gioiosa Jonica, una “panchina rossa” a Prisdarello

Domenica 15 maggio alle ore 18 nella frazione Prisdarello di Gioiosa Jonica ci sarà l’inaugurazione della “Panchina Rossa” simbolo contro la violenza sulle Donne.

Tra gli altri saranno presenti il Vescovo della Diocesi di Gerace-Locri Mons. Francesco Oliva e la già senatrice Tilde Minasi, assessore alle politiche sociali della Regione Calabria. Dopo la benedizione della panchina ci saranno i messaggi delle autorità e degli operatori di settore.

«La Convenzione di Istanbul – si legge in una nota del Presidente della Consulta delle Associazioni del Comune di Gioiosa Jonica, Vincenzo Logozzo – adottata dal Consiglio d’Europa l’11 maggio del 2011 considera la violenza sulle donne una delle più devastanti violazioni dei diritti umani. Essa, partendo da alcuni fondamentali principi, tra cui quello che stabilisce che il raggiungimento dell’uguaglianza di genere di fatto e di diritto è un elemento chiave per prevenire la violenza contro le donne, mira a prevenire e punire gli atti di violenza di genere, domestica e di discriminazione verso le donne. Tra gli atti di violenza vengono comprese le minacce e tutti gli atti che procurano un danno fisico, morale, psicologico, sessuale, nonché altri tipi di sofferenza, di privazione della libertà personale e della discriminazione nel mondo del lavoro».

La manifestazione è stata organizzata dall’Associazione Culturale Prisdarello – facente parte della Consulta delle Associazioni- la quale ha realizzato un sito a proprie spese e con il volontariato gratuito per collocare la “Panchina Rossa”, donata dal Comune di Gioiosa Jonica, che ha concesso il patrocinio, quale simbolo di lotta alla violenza sulle Donne.

Dunque un pensiero nobile, delicato ed importantissimo, di interesse collettivo che parte dalla periferia e anche per questo motivo assume una rilevanza ed un ascolto particolare che merita la condivisione e sensibile partecipazione da parte delle comunità del territorio, dei paesi della Vallata del Torbido e della Locride. In questo senso si prevede una notevole partecipazione di gente.

Sono stati invitati i Sindaci della Locride, le associazioni, varie organizzazioni, esperti del settore, la comunità di Gioiosa e della Locride. Dopo la benedizione della panchina ci saranno gli interventi programmati di Jessica Totino, presidente dell’Associazione Culturale Prisdarello, di Lidia Ritorto assessore alla Cultura del Comune di Gioiosa Jonica, di Sonia Bruzzese responsabile del Piano d’Ambito Sociale di Caulonia, di Daniela Diano psicologa, del Vescovo Mons. Francesco Oliva, di Tilde Minasi assessore regionale alle Politiche sociali, di Salvatore Fuda sindaco del Comune di Gioiosa Jonica.

Coordinerà le varie fasi della manifestazione e degli interventi la giornalista Raffaella Silvestro.

top