lunedì,Luglio 4 2022

Ancora caldo africano, punte di 39-40°C anche nel Reggino

Mentre al Nord oggi le correnti instabili favoriscono temporali e lieve calo termico, insiste il caldo al Centro-Sud

Ancora caldo africano, punte di 39-40°C anche nel Reggino

L’estate astronomica è cominciata all’insegna del caldo intenso. SEcondo il Meteo.it infatti, sull’Italia, continua ad essere protagonista l’Anticiclone Nord-Africano col proprio carico di aria sahariana che si propagherà nell’area mediterranea e sull’Europa meridionale, puntando di tanto in tanto anche verso i Paesi europei centro orientali e quelli scandinavi. Di fatto è in corso la terza ondata di calore della stagione che si prospetta molto intensa e duratura, con possibili picchi intorno ai 40 gradi, in particolare al Centro-Sud dove il promontorio anticiclonico e i flussi di aria torrida potrebbero insistere fino alla fine del mese. Sulle regioni settentrionali invece, l’alta pressione verrà spesso disturbata dalle correnti umide e perturbate, dirette dall’Europa sud-occidentale verso i Paesi centrali; così, sulle Alpi e occasionalmente anche sulle vicine pianure, saranno possibili delle brevi fasi temporalesche che favoriranno temporanee e parziali attenuazioni della calura.

In particolare, le giornate in cui l’instabilità sarà più evidente saranno quella odierna e quella di venerdì, quando le code di due perturbazioni in transito oltralpe si avvicineranno in maniera più significativa. Nonostante non si escludano fenomeni di forte intensità, non si tratterà di precipitazioni particolarmente rilevanti, tali da poter dare anche un minimo sollievo alla grave siccità in atto sull’Italia. Le prospettive evidenziate dalle simulazioni modellistiche non lasciano scampo: il mese di giugno si chiuderà probabilmente con un pesante deficit pluviometrico, che si aggiungerà a quello dei mesi precedenti, e con una temperatura media mensile fra le più elevate mai osservate.

top