martedì,Agosto 9 2022

Aggressione Reggio Calabria e devianza giovanile, Lombardo: «Serve Psicologo nelle Scuole»

L'intervento del presidente dell'ordine degli Psicologi calabresi dopo l'episodio di violenza sul lungomare Falcomatà

Aggressione Reggio Calabria e devianza giovanile, Lombardo: «Serve Psicologo nelle Scuole»

Il presidente Ordine Psicologi Calabria, Armodio Lombardo, interviene sul sconcertante episodio avvenuto di recente a Reggio Calabria, con l’aggressione di un ragazzo da parte di un nutrito “branco” di coetanei.
«Tutti siamo rimasti sbalorditi di fronte ad immagini agghiaccianti, con un solo ragazzo preso di mira con inaudita violenza da parte di decine di persone, per futili motivi. Ciò mette in evidenza un contesto culturale da troppo tempo povero in termini educativi, lasciando spazio a dinamiche di devianza giovanile, dove la marginalità sociale diventa decisiva».


«I giovani, la classe dirigente di domani, appaiono totalmente scoperti e non tutelati dalle Istituzioni – prosegue il presidente Lombardo – che dovrebbero intervenire con azioni di empowerment nella comunità, coinvolgendo in primis famiglie e scuole. La povertà dei modelli educativi determina infatti il tipo di scena alla quale abbiamo tristemente assistito, per questo motivo Psicologhe e Psicologi sono da sempre pronti ad impegnarsi nei contesti di vita dei ragazzi, a partire dalle Scuole, dove si può lavorare efficacemente per educare ad una sana coscienza civica e al rispetto fra pari e la cittadinanza tutta. Come Ordine sollecitiamo tutti gli attori Istituzionali coinvolti a prendere urgenti provvedimenti affinché certi episodi non si verifichino più, poiché abbiamo il dovere di garantire e tutelare la sana crescita delle nuove generazioni».


«Chiediamo in particolare che le Scuole potenzino ogni attività in tal senso, prevedendo la figura dello Psicologo di supporto ad alunni e famiglie in modo continuativo e strutturato. I fenomeni di devianza e marginalità si combattono con l’educazione alla civiltà e il sostegno alle difficoltà giovanili e famigliari, le vicende di “bullismo” come ogni altra forma di disagio si manifesta già nelle Scuole.
Mi farò pertanto portavoce di questa improcrastinabile esigenza con gli assessori Regionali alla Scuola e alle Politiche Sociali, rispettivamente Giusy Princi e Tilde Minasi, molto attive e sempre attente ai problemi del territorio, per innescare il necessario e auspicabile cambiamento», conclude il presidente Ordine Psicologi Calabria, Armodio Lombardo.

top