lunedì,Giugno 17 2024

Festa della Repubblica, Medaglia d’onore a Enrico Speranza: fu internato in Germania

Originario di Taurianova, durante le seconda guerra mondiale fu fatto prigioniero per essersi opposto ai nazisti e deportato nel lager Stalag VA di Heildelberg

Festa della Repubblica, Medaglia d’onore a Enrico Speranza: fu internato in Germania

In occasione della Festa della Repubblica, il Prefetto di Reggio Calabria, Massimo Mariani, ha consegnato la Medaglia d’onore, conferita con Decreto del Presidente della Repubblica, a Enrico Speranza, internato in un lager in Germania dopo l’8 settembre 1943, perché si oppose ai nazisti. La medaglia d’onore, coniata dall’Istituto poligrafico e Zecca dello Stato, reca lo stemma della Repubblica Italiana con la scritta: “Medaglia d’Onore ai cittadini italiani deportati e internati nei Lager nazisti 1943-1945” e il nome e il cognome dell’internato.

Enrico Speranza

Enrico Speranza, nacque a Taurianova il 9 marzo 1924. Il 2 ottobre del 1942, giovane studente universitario, partì volontario come soldato e fu assegnato al 31° Reggimento Fanteria con sede a Maddaloni (Caserta). Frequentò il corso allievi ufficiali che interruppe il 5 luglio del 1943 perché trasferito all’8° Battaglione M.V.S.N. e inviato in Albania. Con lo stesso Battaglione, il 10 agosto dello stesso anno, fu inviato a Corfù.

Il 29 settembre del 1943 nell’isola greca, si oppose ai nazisti, catturato prigioniero, fu deportato in Germania e internato nello Stalag VA di Heildelberg dove all’arrivo fu assegnato a una fabbrica di mattoni. Liberato il 6 agosto del 1945 rientrò in Patria e fu collocato in congedo illimitato. In Italia conseguì la laurea in Matematica e Fisica, divenne professore e successivamente preside. Già insignito della Croce al merito di guerra morì a Taurianova all’età di 86 anni. Oggi, dopo 80 anni, l’importante riconoscimento. La medaglia è stata ritirata dal nipote omonimo Avv. Enrico Speranza.

top