mercoledì,Giugno 19 2024

Palmi, l’associazione “Amici della musica” omaggia l’amore con Laurito e Gragnaniello

Uno spettacolo che tra musica, recitazione e varie performance artistiche ha preso spunto da "Vasame", cavallo di battaglia del musicista napoletano

Palmi, l’associazione “Amici della musica” omaggia l’amore con Laurito e Gragnaniello

Ha portato a un nuovo grande successo di pubblico la Rassegna Synergia 48, organizzata dall’associazione culturale Nicola Antonio Manfroce di Palmi, che ha proposto sul palco di Palmi il duo composto da Maria Laurito e Enzo Gragnaniello. Uno spettacolo che tra musica, recitazione e varie performance artistiche ha preso spunto da “Vasame” – noto cavallo di battaglia del musicista napoletano – per aggiungere la voglia di «rivoluzione dello spirito contro le brutture di queste epoca».

L’associazione, presieduta da Antonio Gargano, il cui cartellone composto da oltre 20 eventi – tra musica, danza e teatro – è finanziato con l’avviso pubblico Promozione Eventi Culturali 2022 della Regione Calabria, ha nuovamente ottenuto il tutto esaurito tra platea e galleria del nuovissimo teatro palmese. Il recital, Marisa Laurito (voce), Enzo Gragnaniello (chitarra), Piero Gallo (mandolina) e Mario Caligiuri (percussioni) ha dato vita ad una inedita e originale riflessione di profonda attualità declinata in musica e parole, versi, pittura, poesia e scandita da racconti di vita e amore di grandi autori.

«E cosa è un artista se non un coraggioso esploratore che tenta, sente, che annusa, che gioca, che corre avanti agli altri, regalando a mani piene il proprio incorruttibile entusiasmo e la propria energia instancabile. Ed è per questo che sono corsa dietro ed ho sperimentato altre mie passioni», ha raccontato Marisa Laurito. Lo spettacolo ha fornito anche l’occasione per conoscere di più sul rapporto tra i due artisti e la Calabria. Laurito, figlia di un castrovillerese, ha detto di amare una regione «dove si può fare di più», mentre Gragnaniello ha definito la Calabria «un pezzo del Paese che vuole vivere e non sopravvivere».     

top