mercoledì,Aprile 17 2024

Caulonia, cala il sipario sulla prima edizione di il primo “Xmasland”

Manifestazione promossa dalla Protezione Civile in collaborazione con l’amministrazione Comunale. Evento conclusivo oreganizzato nel giorno della Befana da Unitalsi e Vigili del Fuoco

Caulonia, cala il sipario sulla prima edizione di il primo “Xmasland”

È stato un grande successo il primo “Xmasland” organizzato dalla Protezione Civile di Caulonia, in collaborazione con l’amministrazione Comunale di Caulonia e molte altre associazioni locali, guidata dal sindaco Francesco Cagliuso, che si è concluso sabato 6 gennaio con la festa della Befana, organizzata con l’Unitalsi e Vigili del Fuoco, con la manifestazione “pompieropoli”, che ha visto la gradita presenza di Monsignor Francesco Oliva, vescovo della Diocesi di Locri-Gerace.

«Abbiamo puntato a diversificare gli eventi che si sono succeduti da metà dicembre fino all’altro ieri», ha dichiarato il sindaco Cagliuso, che ha aggiunto: «Ringrazio la Cipc di Caulonia, tutti gli assessori e il gruppo di consiglieri di maggioranza e i rappresentanti e i volontari delle associazioni partecipanti, che hanno contribuito fattivamente e con impegno alle manifestazioni che hanno allietato i numerosi presenti, provenienti anche dai paesi limitrofi, nelle varie location, in particolare quella di Piazza Bottari». «È stato un successo meritato che intendiamo riproporre per rendere Caulonia un centro di riferimento per tutto il territorio», ha concluso il sindaco Cagliuso.

«Abbiamo ottenuto un’ottima affermazione per questa grande novità pensata per allietare le festività delle famiglie di Caulonia e i tanti giovani e meno giovani che si sono ritrovati a vivere dei bellissimi momenti di musica e intrattenimento», ha affermato l’assessore Antonella Ierace, che ha coordinato i vari appuntamenti che si sono susseguiti, in particolare, all’interno della tendostruttura che ha ospitato eventi per grandi e piccini, con un’offerta diversificata che ha abbracciato una serie di attività socio-educative.

«È stato bello vedere le famiglie insieme ai propri figli prendere parte attiva nei vari momenti a loro dedicati all’interno della struttura che è divenuta un vero e proprio ritrovo per tutta la Comunità cauloniese», ha proseguito l’assessore Ierace che ha richiamato l’attenzione sui pomeriggi del “Xmasland“ dove i bambini e le rispettive famiglie che oltre alla possibilità di interagire giocando hanno preso parte anche a dei laboratori creativi, come quello organizzato dagli scout, dalla cooperativa Pathos, attività socio-educative delle associazioni Arco degli dei con l’artista Mariella Costa, con la lavorazione dell’argilla, laboratori teatrali con la Compagnia teatrale Libellula e la fabbrica dei pupazzi a cura dell’attore Angelo Gallo, e tanto altro ancora come l’associazione culturale Gnoseon, con i suoi laboratori artistici con la presenza degli elfi, con l’Aps Locri Play Village, con la presenza di Antonella Varacalli e di chef natalizi, ed ancora “Arté” con la lavorazione della carta pesta, e molti altre realtà associazionistiche: «Senza dover andare nei paesi limitrofi come era successo negli altri anni».

Un altro punto di forza è stato il ritorno alla tradizione popolare con due concerti eseguiti da Valentina e Fortunato, che hanno scatenato l’intera piazza, a questi si aggiunge il concerto di Capodanno, iniziato con Gioia Popolare e poi DJ Set con alta affluenza di pubblico che ha ballato fino all’alba, facendo di Caulonia la vera positiva sorpresa delle festività natalizie appena concluse, dove hanno trovato spazio anche i balli latino-americano con Rafaelito, la tombolata con gli scout e molto altro ancora: «Vorrei ricordare – ha proseguito l’assessore Ierace – il percorso dei presepi, organizzati dal Comitato Pro-Caulonia, la manifestazione di arte e sapori della tradizione con un percorso gastronomico a Piazza Seggio preceduto da un convegno organizzato dalla Pro-Loco di Cauloniadove si è parlato della “Porgìa”,un piatto tradizionale che non manca mai ogni 13 di dicembre sulle tavole di tutti i cauloniesi, una pietanza che reca in sé un profondo valore antropologico, storico, culturale, che rappresenta una delle tante bellissime tradizioni intrise di piccoli gesti; di poesia, di quei racconti che parlano di semina e di buon raccolto; del segreto che rivela il rapporto del legame imprescindibile con la nostra terra».

«Puntiamo a rendere questo contenitore un punto di riferimento per Caulonia anche per il futuro, per dare seguito ad una splendida realtà», ha concluso l’assessore Ierace, che ha ringraziato tutti i coloro che si sono spesi direttamente, anche lavorando dietro alle quinte, per la riuscita del primo “Xmasland” della città.

Articoli correlati

top