martedì,Aprile 16 2024

Reggio, all’istituto Nosside-Pythagoras si conclude il progetto Minotauro contro il bullismo e cyberbullismo

Un percorso di scrittura e reading sostenuto dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, settore 7 Politiche Sociali

Reggio, all’istituto Nosside-Pythagoras si conclude il progetto Minotauro contro il bullismo e cyberbullismo

«Si è appena concluso Minotauro–Teatro contro il bullismo/cyber bullismo, progetto ideato e realizzato da Adexo Aps e dedicato ad allieve e allievi della scuola secondaria di 1° grado dell’istituto comprensivo Nosside – Pythagoras di Reggio Calabria. Attraverso la scrittura e il linguaggio teatrale, le attività si sono sviluppate partendo dallo studio del Mito, Il Minotauro, per riflettere sulle dinamiche di inclusione/esclusione». È quanto si legge in una nota dell’associazione Adexo.

«L’esperienza dell’associazione Adexo nelle azioni di cultura legata al sociale ha permesso di compiere un percorso di scrittura e reading sostenuto dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, settore 7 Politiche Sociali, atto a facilitare la comprensione e l’elaborazione delle emozioni e dei segnali verbali e non verbali che possono celare dinamiche negative di esclusione, disagio, malessere e conflitto; per avviare processi collettivi di cambiamento personale e sociale.
La figura mitologica del Minotauro, il giovanissimo ragazzo rinchiuso per ordine di Minosse nel labirinto, ha permesso di avviare delle preziose riflessioni sulla percezione dalla diversità.

Grazie alla coordinazione della professoressa Olga Papisca, la supervisione del professore Fortunato Mannino e il supporto del dirigente Giuseppe Martino, le giovani generazioni sono state protagoniste del progetto proponendo una nuova visione del Mito in un’interpretazione positiva della diversità come valore. L’elaborazione e realizzazione di testi –  successivamente proposti dalle allieve e allievi in reading – è stata indirizzata da Katia Colica, scrittrice, drammaturga, capace di raccogliere le esperienze individuali e di classe per proporre una strada narrativa che ha fatto emergere il lato positivo delle relazioni; facendo esprimere potenzialità e piccoli talenti. Non è mancata una riflessione sulla consapevolezza del mondo digitale frequentato dai giovanissimi in un’ottica di condivisione e dialogo da parte di Antonio Aprile che ha sottolineato le dinamiche di sicurezza web, mentre la parte di approfondimento di scena, voce e canto e stata realizzata a cura di Thekla De Marco.

Ancora una volta i Miti, quindi, si sono dimostrati attualissimi e contemporanei, capaci di avviare percorsi di evoluzione su tematiche sociali e culturali tanto delicate quanto importanti». Così conclude la nota dell’associazione Adexo.

Articoli correlati

top