sabato,Gennaio 16 2021

La Viola chiude l’anno battendo l’Action Now Monopoli al PalaCalafiore

Finita 94-76 in favore dei neroarancio, la Viola riscatta la brutta sconfitta contro Nardò e torna al successo fra le mura amiche

La Viola chiude l’anno battendo l’Action Now Monopoli al PalaCalafiore

Torna al successo la Pallacanestro Viola che fra le mura amiche di un PalaCalafiore deserto ha la meglio sulla ripescata Action Now Monopoli. Terminerà 94-76 in favore dei neroarancio che chiudono dunque con il sorriso questo 2020. Parte forte la Viola che domina su entrambi i lati del campo durante il primo quarto di gioco. Tutto a referto lo starting five dei ragazzi neroarancio nei primi 10 minuti di gioco, con gli uomini di coach Bolignano che conducono per 24-9.

Nel secondo quarto la Viola trova il massimo vantaggio sul +17 grazie alle bombe di un Totò Genovese in stato di grazia. C’è gioia anche per il giovane Centofanti che si iscrive al festival del tiro da 3, realizzando così i suoi primi tre punti in serie B con la canotta della Viola. Monopoli però non ci sta e trova il break con un Torresi Lelli scatenato che riporta i suoi sul -9, scarto con il quale si chiuderà il secondo quarto sul punteggio di 47-38. Sono ben 29 i punti subiti dalla Viola nel secondo quarto di gioco.

Al rientro dall’intervallo lungo è Yande Fall con 6 punti in fila a provare a far riscappare i neroarancio, con Monopoli che però non ha nessuna intenzione di mollare e resta a -11 con i canestri del lungo Botteghi.
A dieci minuti dal termine, il tabellone luminoso del PalaCalafiore ora indica infatti 67-56 in favore dei neroarancio.

Ultimo quarto di ordinaria amministrazione per Mascherpa e compagni, con la Viola che tiene a distanza di sicurezza Monopoli. Da segnalare il rientro sul parquet di Enrico Gobbato“L’uomo mascherato” di coach Bolignano entra benissimo in partita e scrive 8 a referto. Nel finale è puro garbage time. Finirà 94-76 in favore dei neroarancio. La Viola riscatta la brutta sconfitta contro Nardò e torna al successo fra le mura amiche.