lunedì,Marzo 8 2021

Reggina cinica e solida. Folorunsho piega il Pordenone: 1-0

Sesto risultato utile per gli amaranto che si rilanciano in classifica. Decide un gol dell'italo-nigeriano in apertura di ripresa

Reggina cinica e solida. Folorunsho piega il Pordenone: 1-0

Continua la serie positiva della Reggina, che torna al successo al “Granillo” piegando di misura il Pordenone. Pochissime emozioni nei primi venti minuti, fatta eccezione per un contatto dubbio Biondi-Crisetig in area di rigore amaranto, giudicato regolare da Sozza. La prima conclusione verso la porta di Perisan è di Edera che non riesce a coordinarsi bene al momento del tiro, sparando in curva. Sul capovolgimento di fronte Biondi di destro centra in pieno la base del palo alla destra di Nicolas. Alla mezz’ora calabresi vicinissimi al gol del vantaggio: corner dalla destra, Perisan esce a vuoto ma viene salvato dal legno scheggiato da Crisetig dopo aver attraversato tutta l’area di rigore. Cerca di creare pericoli anche il Pordenone, ma il sinistro di Magnino da fuori non impensierisce Nicolas.

Nella seconda frazione di gioco gli ospiti provano a fare la partita, ma in contropiede la Reggina è letale: break di Folorunsho che scarica sulla destra a Bellomo, bravo a chiudere il triangolo mettendo in mezzo una palla che il fantasista italo-nigeriano deve solo appoggiare in porta, per il suo quinto centro in campionato. Qualche minuto dopo Nicolas è costretto ad uscire con i piedi sul neo entrato Morra lanciato a rete, prima di tremare su una deviazione in corner della difesa amaranto su un destro dal limite ancora della punta ospite. Nel finale spazio anche per Okwonkwo che arriva poco lucido davanti a Perisan, mancando clamorosamente la palla del raddoppio. Con i tre punti di ieri la squadra di patron Gallo si allontana ulteriormente dalla zona calda della classifica. E adesso per la Reggina potrebbe iniziare davvero un nuovo campionato.

REGGINA-PORDENONE 1-0

Marcatori: 63′ Folorunsho

Reggina (4-2-3-1): Nicolas; Delprato, Loiacono, Cionek, Di Chiara (90′ Stavropoulos); Crimi (75′ Bianchi), Crisetig; Micovschi (46′ Bellomo), Folorunsho, Edera (64′ Orji); Rivas (46′ Denis). A disposizione: Plizzari, Dalle Mura, Lakicevic, Liotti, Kingsley, Ménez, Petrelli. Allenatore: Baroni.

Pordenone (4-3-1-2): Perisan; Vogliacco, Camporese (69′ Rossetti), Barison, Falasco (52′ Chrzanowski); Scavone (69′ Morra), Misuraca, Magnino (78′ Musiolik); Ciurria; Butic, Biondi (69′ Berra). A disposizione: Bindi, Passador, Stefani, Banse, Mallamo, Zammarini. Allenatore: Strukelj.

Arbitro: Simone Sozza di Seregno (Manuel Robilotta di Sala Consilina e Filippo Bercigli di Valdarno). IV ufficiale: Ivan Robilotta di Sala Consilina.

Note – Ammoniti: Edera (R), Magnino (P), Scavone (P), Nicolas (R). Calci d’angolo: 2-5. Recupero: 1’pt; 5’st.