martedì,Maggio 11 2021

Successo per la Corrireggio fantastica 2021: «Torneremo a correre ancora insieme»

Fa da filo rosso, naturalmente, l’attenzione per tutti i tipi di sport, che sono rappresentati in questa iniziativa: non solo la corsa, ma anche il pattinaggio artistico, il fitness e le attività di mare

Successo per la Corrireggio fantastica 2021: «Torneremo a correre ancora insieme»

La “buona” città vince sempre. Anche per questa edizione virtuale la Corrireggio è riuscita a far battere i cuori e a risollevare l’entusiasmo dei reggini, sfiancati da un anno di pandemia. La Corrireggio fantastica è corsa sul web grazie ai tanti sostenitori e simpatizzanti, che hanno inviato messaggi e contributi foto e video sulla pagina Facebook, partecipando anche al concorso fotografico #ioallacorrireggio.

Numerosa e attiva la partecipazione al quiz che i soci più giovani del Circolo reggino di Legambiente, promotore dell’iniziativa, hanno organizzato domenica mattina in diretta Facebook, coinvolgendo il pubblico grazie al sostegno dell’emittente reggina Radio Touring che l’ha trasmesso. Venti domande sui temi più caldi dell’ambiente, la raccolta differenziata, il riciclo dei rifiuti, il riscaldamento climatico e il consumo delle risorse, ma non potevano mancare anche alcuni quesiti specifici sulla gara podistica reggina, per i più affezionati e attenti. “La nostra – hanno spiegato Daniele Cartisano e Filippo Toscano del “team Corrireggio” di Legambiente – è stata una sperimentazione riuscita vista l’incoraggiante risposta. Perciò intendiamo riproporla con gli opportuni adeguamenti anche in occasione di altre campagne di Legambiente al fine di stimolare conoscenza e responsabilità dei cittadini più giovani, per implementare la citizen science”.

Sul podio della “gara”, prima classificata, Marzia Caridi, seguita da Francesco Scaramozzino e Paolo Marino. Mentre il concorso fotografico ha visto trionfare Antonio Giuseppe Nucera: la foto della sua vittoria alla Corrireggio 2018 ha ottenuto il numero più alto di like. Nel corso della mattina è seguita, sempre sulla pagina Fecebook, la trasmissione del video realizzato per l’occasione. Un piccolo assaggio della Corrireggio “reale” con la testimonianza di diversi personaggi che hanno riassunto attraverso episodi significativi non solo la storia, ma anche lo spirito della manifestazione che quest’anno ha spento 39 candeline. Il variegato “popolo” della Corrireggio si è potuto così ritrovare nelle parole dei testimonial che hanno raccontato la gara che ha attraversato le loro vite e sul significato che essa ha assunto negli anni per Reggio Calabria. Così ai ricordi personali si intrecciano le riflessioni sulla bellezza e la vivibilità della città dello Stretto, tra difficoltà e qualità. Il problema delle barriere architettoniche per i portatori di handicap, ma anche i tanti esempi di cittadinanza attiva, come l’idea nata da un semplice cittadino di trasformare una barca al lido comunale in free library. Il video ha suscitato grande apprezzamento ed è stato anche trasmesso su vari siti web e televisioni locali.

Fa da filo rosso, naturalmente, l’attenzione per tutti i tipi di sport, che sono rappresentati in questa iniziativa: non solo la corsa, ma anche il pattinaggio artistico, il fitness e le attività di mare. Il loro valore è da sempre uno dei focus principali della manifestazione, che rappresenta soprattutto un invito a vivere bene, in armonia tra corpo-mente e tra città e ambiente. In questo periodo di chiusura per la crisi sanitaria e di impossibilità di aggregamento, anche la pratica sportiva organizzata ha vissuto come tutto un arresto o un forte rallentamento, e le attività all’aria aperta hanno rappresentato per molti le uniche possibilità di relax, dimostrando così la loro grande utilità per il benessere psico-fisico in tutte le età.

«Corrireggio 2021 – dichiarano soddisfatti gli organizzatori – nella sua inedita versione, sospesa tra virtuale e schegge di reale, ha rilanciato come pensavamo l’impellente desiderio di tutti di tornare presto a correre o camminare – in compagnia, in sicurezza e senza divieti – per le vie bellissime di Reggio. Per questo crediamo di poter archiviare questo 25 aprile come foriero di speranza e cambiamento».

top