martedì,Dicembre 1 2020

Autorità portuale dello Stretto, tutto rinviato a dopo la primavera

La Consulta fa slittare la legge istitutiva per il sistema che accorpa i porti di Reggio e di Villa a quelli di Messina e Milazzo

Autorità portuale dello Stretto, tutto rinviato a dopo la primavera

È stata rinviata la discussione davanti alla Consulta della legge istitutiva della nuova Autorità portuale di sistema dello Stretto che accorpa i porti di Reggio e di Villa San Giovanni a quelli siciliani di Messina e Milazzo.

Un nuovo soggetto che andrebbe a rilevare l’attività di questi due porti dell’Authority di Gioia Tauro. Nessuna decisione soltanto la cancellazione del ruolo da parte della Corte costituzionale pervenuta all’Avvocatura generale dello stato qualche giorno fa.

Si tratta di un atto che non sottende difficili implicazioni dal punto di vista formale, ma potrebbe avere, di fatto un suo peso, nel tempo (in caso di eventuale discussione)che potrebbero allungarsi notevolmente, ma parliamo di qualcosa che potrebbe accadere dopo la primavera.

Mario Paolo Mega, presidente designato del nuovo soggetto, dovrà proseguire la sua attività pur essendo consapevole che, prima o poi, potrebbe intervenire la Consulta a metter il punto su questa vicenda. Una vicenda che potrebbe ingarbugliarsi in relazione ai risultati delle elezioni regionali.