lunedì,Maggio 20 2024

Trionfo liceo “Da Vinci” di Reggio alle Olimpiadi della cultura, Occhiuto e Princi: «La Calabria migliore»

È la prima volta in assoluto nella storia del concorso che il podio viene interamente assegnato a un'unica scuola

Trionfo liceo “Da Vinci” di Reggio alle Olimpiadi della cultura, Occhiuto e Princi: «La Calabria migliore»

«Straordinario risultato per la Calabria e per tutto il mondo scolastico». Così il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, e la vice presidente con delega all’istruzione, Giusi Princi, si congratulano con gli studenti del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Reggio Calabria che hanno sbancato il podio, riportando primo, secondo e terzo premio alle finali nazionali delle Olimpiadi della Cultura e del Talento che hanno avuto luogo a Tolfa (RM) tra il 27 e il 30 aprile.

La competizione ha visto coinvolte ben 1082 squadre provenienti da tutte le regioni d’Italia.

È la prima volta in assoluto nella storia del concorso che il podio viene interamente assegnato ad un’unica scuola. Ma gli studenti del Da Vinci, già vincitori del primo premio nel 2019, non si sono accontentati ed hanno ottenuto anche il sesto posto nella graduatoria nazionale, oltre a diversi premi speciali tra cui due borse di studio presso l’Università Sant’Anna di Pisa.

«Siamo profondamente orgogliosi per i risultati ottenuti dai ragazzi del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Reggio alle finali nazionali delle Olimpiadi della Cultura e del Talento – afferma il presidente Occhiuto – Questa è la Calabria migliore, quella che ha voglia di primeggiare, di emergere, di prendersi con determinazione opportunità e ribalta. Congratulazioni agli studenti del Da Vinci e al dirigente scolastico, Francesco Praticò. Tutta la Regione festeggia con voi questo importante traguardo».

«Si tratta di un risultato che inorgoglisce l’intera Calabria – sottolinea Giusi Princi – e che dimostra l’eccellente qualità delle scuole calabresi, in cui i ragazzi vengono allenati a valorizzare i loro talenti, a rielaborare le conoscenze con spirito critico e ad orientarsi in chiave trasversale, muovendosi a loro agio, come è emerso dalle prove in cui si sono distinti i giovani studenti reggini, tra la storia e la letteratura, le lingue straniere e le scienze, la musica e la recitazione. I miei più vivi complimenti vanno al dirigente scolastico, Francesco Praticò, e alla classe docente del liceo da Vinci della quale ho sempre apprezzato la serietà e la professionalità comprovata dai risultati dei nostri studenti. Ma soprattutto mi congratulo con gli eccellenti studenti che si sono distinti nella competizione, ragazzi brillanti e determinati, per cui faremo di tutto affinchè possano restare nella nostra terra, rappresentando le più importanti risorse professionali ed umane della Calabria».

Articoli correlati

top