martedì,Aprile 16 2024

Comunità educante nella Locride, avviato il tavolo di lavoro che coinvolge i rappresentanti dei genitori

Un incontro definito molto proficuo e produttivo e che si è tenuto nei locali dell’Istituto di Istruzione Superiore Guglielmo Marconi di Siderno

Comunità educante nella Locride, avviato il tavolo di lavoro che coinvolge i rappresentanti dei genitori

Senza uno stretto raccordo con le famiglie non è possibile costruire una efficace comunità educante che possa fare la differenza nel lavoro di inclusione positiva dei più giovani. Con queste premesse si è appena tenuto il primo incontro dei rappresentanti dei genitori di diversi istituti scolastici del territorio della Locride finalizzato a promuovere una componente genitori nel lavoro di costruzione di un sistema territoriale di comunità educante. Un incontro definito molto proficuo e produttivo e che si è tenuto nei locali dell’Istituto di Istruzione Superiore Guglielmo Marconi di Siderno, ente partner del progetto “Locride Educante 4.0” che vede insieme ben diciotto diversi enti, tra scuole, organizzazioni del terzo settore e istituzioni.

L’iniziativa, che vede come capofila l’associazione Civitas Solis diretta da Francesco Mollace, selezionata da Con i Bambini nell’ambito del “Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile”, alimentato dalle associazioni bancarie aderenti ad Acri e destinato “al sostegno di interventi sperimentali finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori”.

«E’ la prima volta», ha dichiarato Raffaella Rinaldis, che ha introdotto i lavori dell’incontro dei genitori, «che i rappresentanti delle famiglie delle varie scuole della zona si ritrovano insieme per esporre il loro punto di vista a livello comprensoriale. Senza questa voce non è possibile costruire un percorso che dia risultati di cambiamento nel contrasto della povertà educativa».

Molti gli interventi puntuali, che hanno messo al centro problematiche di rilievo che meritano interventi di tipo nuovo, e che hanno sottolineato l’importanza di andare avanti in un processo di rete come sottolineato con accenti diversi e appassionati da Rosanna Sculli, Elisa Sansalone, Cinzia Lascala, Anastasia Federico, Francesca Ferrigno, Graziella Franzè, Luciano Bonavita, Daniela La Porta.

Su un maggiore raccordo famiglie, scuole e amministrazioni, si è soffermata anche Francesca Lopresti assessore all’istruzione della Città di Siderno ente partner di Locride Educante 4.0.

Nel concludere i lavori e dare appuntamento al prossimo incontro, Francesco Mollace, coordinatore di “Locride Educante 4.0” ha inteso ringraziare, a nome della rete dei partner, i genitori presenti per tutto l’impegno che dedicano alla vita della scuola e al supporto dei processi educativi, e per la qualità degli interventi svolti nel corso del dibattito. “Se riusciremo ad andare avanti in maniera cooperativa, credo possiamo insieme ottenere risultati straordinari e dare altresì un contributo al rafforzamento del capitale sociale del nostro territorio» ha concluso il direttore di Civitas Solis.”

Articoli correlati

top