sabato,Novembre 28 2020

Calabria, Imbalzano: «Soluzioni in tempi stretti per tutti i tirocinanti»

Per il consigliere comunale forzista: «Utile ai fini della loro stabilizzazione sarebbe l’impiego da parte del Governo delle risorse che l’Europa si accinge a erogare anche al nostro Paese»

Calabria, Imbalzano: «Soluzioni in tempi stretti per tutti i tirocinanti»

«Premesso che in questi anni i tirocinanti in generale e quelli calabresi in particolare sono stati il fulcro su cui si sono rette e continuano a reggersi tantissime amministrazioni e che la spesa per la soluzione definitiva del loro problema assume ormai il carattere di un vero e proprio investimento per garantire i servizi in tante istituzioni, riteniamo ormai ineludibile provvedimenti normativi nazionali, ed a cascata regionali, che eliminino questa sacca di precariato che non trova più alcuna giustificazione». Così, in una nota, Pasquale Imbalzano, consigliere comunale di Forza Italia a Reggio Calabria.

«La burocrazia regionale, nel recente passato e nelle more di una stabilizzazione, avrebbe dovuto intervenire in maniera efficace e celere con la proroga dei contratti a tempo determinato per un periodo di ulteriore due o tre anni a favore di tutti i lavoratori precari. E questo non è stato fatto. Adesso l’impegno della Regione Calabria, ma soprattutto quello del Governo con l’attività dei Dicasteri competenti, sarà quello di trovare una robusta soluzione alla problematica affinché venga garantita continuità nell’espletamento del lavoro svolto dai tirocinanti, che ricordiamo essere circa 2000 su tutto il territorio nazionale e diverse centinaia nella sola Regione Calabria, nonché vengano riconosciuti agli stessi, la grande competenza ed esperienza acquisita in tutti gli anni del loro operato.

In tal senso, certamente utile ai fini della loro stabilizzazione sarebbe l’impiego da parte del Governo delle risorse che l’Europa si accinge a erogare anche al nostro Paese, visto che la medesima spesa può sicuramente classificarsi come spesa per investimento. È necessario intervenire con urgenza, ma soprattutto è importante che ci sia una programmazione mirata con progetti di inserimento lavorativo che dovranno garantire continuità e stabilizzazione del personale impiegato.

La disoccupazione ed il precariato rappresentano delle vere e proprie emergenze nella nostra Regione e per noi rappresenteranno le priorità d’intervento , con l’impegno di contribuire a risolverle proponendo iniziative politiche calibrate, affinché la Calabria non sia più la terra dei diritti negati ma rappresenti un luogo dove i cittadini ritrovino speranza e possano avere futuro» conclude Pasquale Imbalzano.